Posted on

Mugnano – Ancora tanti misteri sono nascosti dietro la morte di Tiziana Cantone, la giovane morta suicida dopo la diffusione dei video Hot.

“Uno spazzino del web” come riporta “Il mattino”- ha pagato tanti soldi per eliminare i video  della giovane dal web; ma è stata un’operazione fallimentare poiché le immagini della 31enne restano ancora in rete.  Il punto su cui stanno lavorando le due Procure interessate dell’avvenimento, quella di Napoli e quella di Napoli Nord, è su chi è questo spazzino della rete e il motivo che l’ha portato a pagare una somma in denaro per la rimozione dei video hot.

Maria Teresa Giglio, a distanza di qualche mese ha voglia di far sentire la sua voce e sulla vicenda dichiara: “Forse è Tiziana che mi sta aiutando ad andare avanti perché non essendoci riuscita in vita ad avere quella giustizia che lei tanto sperava, è come se io sentissi la sua voce che dice: mamma continua tu al posto mio”.