Posted on

Aversa – Alfonso Golia, in un post pubblicato su Facebook dichiara: “Tra i tanti bocconi amari che ho dovuto ingoiare in questi mesi quello che più mi ha ferito è essere accusato di difendere gli interessi della lobby del cemento, della speculazione edilizia e soprattutto di aver fatto marcia indietro rispetto a quanto declinato in campagna elettorale.

Ho sempre controbattuto a queste accuse, abbiamo ribadito in una delibera di giunta un indirizzo preciso, che a parole mette tutti d’accordo: il Puc dovrà seguire, tra gli altri, il principio del Consumo di suolo zero la rigenerazione urbana, la de-impermeabilizzazione e rinaturalizzazione del suolo.

Aspetteremo al varco chi bluffava su questo tema importantissimo, su cui abbiamo lavorato tanto, lavoro che non potevamo permettere andasse sprecato. Capiremo nel prossimo futuro chi ha a cuore la città e chi il cemento.”