Aversa, la politica che serve: “Il gruppo prende le distanze da qualsiasi pettegolezzo”

Aversa – Il gruppo: “La politica che serve” in una nota inviata alla nostra redazione dichiara: “In questo particolare momento storico il “riequilibrio finanziario” rappresenta l’unico obiettivo meritevole di attenzione per il bene di tutta la comunità!

Inciuci, ricatti e offerte, ora più che mai, scivolano addosso come l’olio e non possono ricevere alcuna considerazione!
Nessuna proposta di assessorato o di candidatura alla presidenza del consiglio può reggere il confronto all’esclusivo interesse della comunità!

Un consigliere comunale, di una città importante come la nostra Aversa, che antepone l’esclusivo bene della città ai suoi interessi ed ambizioni politiche personali, non merita di rivestire neppure di rivestire la carica di “rappresentante di classe” di una scuola primaria.
Solo quando verrà approvato il riequilibrio finanziario si potranno affrontare tutte le altre tematiche.

Tutto il resto è noia!
Le prescrizioni della corte dei conti sono state chiare, non lasciano spazio all’immaginazione e sono le uniche cose di cui adesso possiamo discutere! Il buco di 7 milioni ereditato dagli anni 2017/2018 va risanato o a farne le spese saranno tutti i cittadini aversani.

Il mio gruppo politico prende le distanze da qualsiasi pettegolezzo inerente a nomine e candidature.

Si può parlare di politica, si può discutere di quale sia la cosa migliore da fare per Aversa, ma non possiamo sprecare il nostro tempo a discutere di cose futili e di basso livello.”

Collegati al nostro canale whatsapp per restare aggiornato