Posted on

Campania – “Urge bonificare il linguaggio di certa politica dalle inesattezze e dalla superficialità. “
Lo afferma Raffaele Del Giudice replicando alle dichiarazioni dell’esponente leghista Nappi.

“Il comune di Napoli ha posto rimedio ad un vecchio contenzioso con Ispra,  incaricata prima delle consiliature de Magistris,  la cui conclusione ha portato ad un risparmio per l’ente oltre che a chiudere uno dei tanti contenziosi che di fatto aveva bloccato alcune attivita su bagnoli. Vale la pena precisare che questa amministrazione ha posto tutte le azioni per sbloccare la bonifica di bagnoli, in collaborazione con il commissario straordinario ed Invitalia, contribuendo ai tavoli tematici e alla esecuzione di interventi di bonifica attualmente in corso con la rimozione dei cumuli morgan, la gestione della barriera idraulica per il trattamento delle acque di falda, la rimozione dell’amianto tuttora in corso con tecnologie all’avanguardia, con la sperimentazione dei campi di biofitoremedation per ottenere bonifiche in situ, con la restituzione di suoli utilizzabili.”

“ Nessuno spreco – prosegue De Giudice – riconducibile alla nostra gestione, anzi grazie alla nostra azione politica e tecnica abbiamo saputo rinsaldare la filiera istituzionale per non far cadere il silenzio sulla bonifica di bagnoli, silenzio auspicato e praticato da qualche forza politica che ha sempre avuto come unico interesse il nord del paese sottraendo risorse al sud negli anni e con l’appoggio di silenzi corporativi che nel passato non hanno mai preso le distanze dalle collusioni politico-mafiose che hanno riempito le cave del sud con i rifiuti del nord e hanno svuotato le casse del sud dirottando finanziamenti al nord. Su bagnoli abbiamo condotto battaglie di rigore in collaborazione con cittadini e comitati popolari nel segno della massima trasparenza e coinvolgimento dal basso.” Conclude