Posted on

Primo Piano – “Alta professionalità e prontezza degli uomini della polizia penitenziaria” dell’I.P.M. “Fornelli” di Bari evitano drammatico epilogo. In data 17 Marzo u.s. presso la struttura penitenziaria minorile di Bari evitato tragico epilogo generato da un gesto autolesionistico posto in essere da un detenuto per futili motivi.

A darne notizia “Giuseppe Cigna “V.S. Regionale OSAPP Puglia. La dinamica , detenuto di origini italiane verso le ore 15 , dopo avere colloquiato con il sanitario di turno  con il quale assumeva comportamenti di grave sofferenza al regime penitenziario per ottenere una telefonata nell’immediatezza con comportamenti non consoni alla circostanza , lo stesso detenuto dopo pochi minuti metteva in atto gesto autolesionistico dando fuoco ad alcune suppellettili in dotazione alla camera di pernottamento innescando grave nocumento all’incolumità sua e di altri due detenuti .

Il pronto intervento degli uomini della Polizia Penitenziaria ha evitato maggiori e più drastiche conseguenze.

 Continua il sindacalista “Cigna “, l’intervento ha sicuramente evidenziato, a parte il grosso rischio tra fiamme e fumo nero, l’alto senso di responsabili e doti non comuni dei poliziotti che nonostante le condizioni lavorative precarie per assenza di organici e mezzi, sono riusciti a completare l’intervento mettendo in sicurezza oltre ai due detenuti l’attore dell’azione che e stato estratto dalla camera in fiamme privo di sensi.

Conclude il dirigente sindacale, “il nostro plauso continua ad andare agli uomini e donne della Polizia Penitenziaria che con spirito di sacrificio continuano ad assicurare servizi imprescindibili per la comunità e per la cittadinanza, per cui chiediamo ai vertici della Giustizia Minorile Pugliese una maggiore attenzione per un settore spesso dimenticato dalle istituzioni.!”