Posted on

Caivano – Non è sempre vero quel che si dice “casa dolce casa” ed a darne testimonianza è la seguente vicenda accaduta a Caivano, nell’hinterland della provincia di Napoli.

La vicenda consiste nel dire che non spesso le relazioni all’interno dei muri di casa sono solide. Ed è quello che è capitato ad un giovane di Caivano che dovendo restare a casa perché è stato condannato agli arresti domiciliari ed anche perché non ha un rapporto idilliaco con la mamma, ha preferito il carcere. G.E – un 19enne del Rione Iacp – senza alcuna autorizzazione ha lasciato l’abitazione per raggiungere la tenenza dei Carabinieri di Caivano chiedendo di essere arrestato e portato in carcere, perché è in continuo conflitto con la madre convivente.