Posted on

Campania – “Se la Campania è ancora in zona rossa è perché gli ospedali sono tornati a essere saturi di pazienti malati di Covid. E la ragione è che la campagna vaccinale messa in campo nella nostra regione si è rivelata totalmente fallimentare, in quanto è ancora bassissima la percentuale di pazienti fragili immunizzati.

E sono i più deboli, i disabili o affetti da gravi patologie, coloro che necessitano di cure ospedaliere e che rappresentano il 90% dei deceduti. La tutela dei fragili deve essere una priorità, eppure in Campania ci si concentra a vaccinare ragazzi giovani e in salute, purché residenti nelle isole del Golfo, piuttosto che fare vaccinazioni a tappeto a persone fragili. È solo salvando i più deboli che faremo respirare i nostri ospedali e consentiremo di riaprire ogni genere di attività, facendo ripartire la nostra economia”. Lo dichiara la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania e capogruppo regionale M54, che sulla questione discuterà venerdì 9 aprile prossimo un question time nell’aula del Consiglio regionale.

“La giunta regionale – spiega Ciarambino – ha il dovere di informarci sul perché si procede a rilento nell’immunizzazione dei cittadini più vulnerabili. Al fine di incrementare la vaccinazione dei cittadini più fragili, sarebbe necessario impegnare tutte le risorse disponibili, evitando di dirottarle per il momento su territori a vocazione turistica. È solo rendendo sicura la Campania che potrà ripartire un comparto fondamentale come il turismo”.