Posted on

Campania – “Il maxi rogo di questa mattina in un deposito di materiale plastico nell’area industriale di Arzano è solo l’ultimo gravissimo episodio di un fenomeno di devastazione ambientale sempre più preoccupante, che abbiamo il dovere di contrastare con forza.

Per questo chiedo che la Regione Campania dia immediatamente seguito a due emendamenti, a mia firma, approvati nell’ambito della risoluzione all’ultimo Documento di economia e finanza regionale, che vanno esattamente nella direzione di prevenire incendi come quello di questa mattina. Con i nostri provvedimenti, abbiamo infatti ottenuto un potenziamento dei controlli in situ sugli impianti antincendio nei depositi di stoccaggio rifiuti e in tutti gli stabilimenti industriali dove è elevato il rischio di incendio di materiali pericolosi. Non più solo dunque verifica che le carte relative alle misure antincendio siano a posto, ma controlli sul campo sull’effettivo funzionamento degli impianti. Nella stessa risoluzione, abbiamo previsto di potenziare le attività dei Vigili del Fuoco, grazie a una modifica della convenzione con la Regione, prevedendo una specifica attività di sorveglianza attiva e non soltanto, dunque, interventi di spegnimento dei roghi”. Così la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania e capogruppo regionale M5S Valeria Ciarambino.  

“Dobbiamo mettere in atto ogni misura possibile per porre fine a quella che si profila ogni giorno di più come un’emergenza ambientale in una terra che ha già subito troppo. Stando ai dati diffusi dall’Arpac, dal 2018 ad oggi sono ben 20 gli incendi che hanno interessato attività di lavorazione di materiale plastico, mentre 26 sono stati i roghi sviluppatisi in impianti di trattamento dei rifiuti. Cos’altro deve accadere perché si adottino misure finalmente risolutive?”.