Posted on

Campania – Contro il logorio dei disservizi dei tanti lavoratori e studenti che si spostano con la rete ferroviaria Cumana, il Prof. della lingua napoletana Davide Brandi ai microfoni della Radiazza di Gianni Simioli, il programma in onda tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.00 su Radio MARTE, denuncia il malcontento dei tanti cittadini, descrivendo la rabbia e il dispiacere di chi ogni giorno rischia di perdere il posto di lavoro quando il treno non arriva.

Preside’…

“Preside’, ma tu ‘o ssaje c’ ‘a Cumana fa fetecchia?
O coccheduno ‘o prubblema te ll’ammacchia?
Ogni mmatina ce ‘a facimmo nera ‘a croce,
e ‘stu penziero ce fa vollere e mmale cocere!
Aspettammo ll’ore sane dint’ ‘e stazzione
e pparimmo tutte nu quatro d’ ‘a disperazzione,
senza maje sapè quale sarria ‘a sciorta,
si ‘a jurnata s’appararria o jiarria storta.
E ‘o tiempo aspettanno ‘e ccuincidenze?
Ma quanta n’avimm’ ‘a tenè ‘e pacienza?
Mettimmo ‘a radeca a Ssuccavo e a Cchianura
pecché ‘stu trasporto è sulo na sventura!!!
Ogni gghiuorno nce sta nu treno ca se scassa,
se ferma a ll’intrasatta e a ppede ce lassa!
E ppure chillu nuovo ê vvote ntuppechea,
abballa sanu sano, zerria e ppo’ scarruzzea!!!
Preside’, e ppe cchesto t’ ‘o ddico cu ccrianza,
Si ‘stu fatto nunn è cosa, lassa, passa annanze.
Passa p’ ‘a Reggione, dancella ‘sta suddisfazzione
a puose mmano a De Luca chesta ddimissione!!!”