Posted on

Campania – Ci vuole coraggio di questi tempi a festeggiare il lavoro delle persone con disabilità. Oltre i due terzi, infatti, non lavorano.

L’esclusione dal lavoro è una delle più gravi forme di discriminazione perché offende la dignità delle persone, impedisce l’inclusione sociale e una reale partecipazione alla vita delle proprie comunità.

La pandemia per il covid19 e la situazione di guerra in Ucraina hanno ancora più aggravato la situazione, in particolare per le persone più fragili.

Il contesto socioeconomico soprattutto nel settore privato è di profonda crisi, di qui il sentito appello al Presidente del Consiglio Draghi, al Ministro della Funzione Pubblica Brunetta, al Ministro del Lavoro Orlando, di disporre senza alcun indugio un piano straordinario di assunzioni nella pubblica amministrazione in favore delle persone con disabilità.

“Questa – dichiara il Garante dei disabili, l’avv. Paolo Colombo – è l’unica soluzione possibile per permettere a tante persone il diritto a vivere in maniera dignitosa e indipendente.”