Posted on

Capua – Un ingente quantitativo di armi è stato rinvenuto, in Santa Maria Capua Vetere, dai Carabinieri della Compagnia di Capua. Decine tra fucili e pistole, migliaia di proiettili, pugnali, sciabole sono stati rinvenuti in un’abitazione di un 63enne del luogo. L’uomo, è stato arrestato per detenzione di armi e munizioni comuni e da guerra e ricettazione.

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Capua, nell’ambito di attività info-investigativa svolta a seguito di alcuni furti in abitazione commessi nel territorio di competenza, hanno eseguito una perquisizione domiciliare d’iniziativa nella città di Santa Maria Capua Vetere (Ce), all’esito della quale hanno rinvenuto e sequestrato, traendo in arresto il detentore:

–       4 fucili;

–       1 fucile mitragliatore;

–       3 pistole mitragliatrici;

–       11 pistole;

–       3 pistole lanciarazzi;  

–       1 proiettile da mortaio;

–       20 Kg. di polvere pirica;

–       57 pugnali/baionette;

–       3 sciabole;

–       299 serbatoi;

–       1 silenziatore;

–       migliaia di proiettili di vario calibro;

–       parti e ricambi di armi;

–       strumentazione idonea alla modifica di armi e alla ricarica di munizionamento. 

L’intero arsenale è stato rinvenuto occultato in un deposito, in un soppalco ed in delle intercapedini ricavate tra le mura dell’abitazione dell’arrestato, accessibili da una botola. 

Durante le fasi dell’operazione, l’arrestato ha provato a fuggire e ad ingoiare la chiave di accesso al predetto deposito. 

L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.