Posted on

Primo Piano – Lo comunica Pasquale Montesano , Segretario Generale Aggiunto  OSAPP (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria):che aggiunge Ancora un’aggressione, stavolta un’ispettrice della Polizia Penitenziaria presso la 1 sezione della casa reclusione di Trani aggredita alle spalle da una detenuta, la collega ha subito un trauma distorsivo e grave stato d’ansia reattivo, l’aggressione di oggi fa seguito a quella di Lecce nelle scorse ore dove un detenuto con presunti problemi psichici  ubicato al 1 reparto Infermeria che nel tardo pomeriggio di ieri, ha aggredito un Ispettore e un Assistente Capo di Polizia Penitenziaria, i quali sono finiti al nosocomio Leccese.

Sistema penitenziario sempre più alla deriva gli eventi critici degli ultimi giorni dal nord al sud , gli eventi criminosi verificatesi nel periodo COVID 19,  e non solo,  stanno caratterizzando  e determinano  lo stato di malessere  del Corpo di Polizia Penitenziaria e di tutto l’apparato sicurezza ,   che solo grazie allo spirito di sacrificio abnegazione  senso di appartenenza  e l’alta  professionalità  garantiscono  scorrimento e fluidità dei servizi annessi carcere e territorio , gravate dalle aperture dei nuovi reparti di Lecce , Trani e Taranto.

” Continua Montesano ” Mai come in questo periodo viviamo un drammatico momento di completo stato di abbandono e la Polizia Penitenziaria si trova sempre più sola e in condizioni disumane a risolvere le criticità che si presentano nel quotidiano con grave penuria di personale senza strumenti e mezzi anche nel far fronte al totale fallimento del superamento O.P.G. e servizio sanitario penitenziario.

Chiediamo che la  Ministra Cartabia dichiari lo stato si emergenza e convochi un tavolo per affrontare concretamente e in modo definitivo i problemi più urgenti quali : le reiterate e gravissime aggressioni nei confronti del personale di Polizia Penitenziaria nelle carceri pugliesi e non solo ,, la grave carenza di organico, il rinnovo del contratto ormai scaduto da tempo e il gravissimo sovraffollamento di tutti gli Istituti penitenziari della regione Puglia e di tutto il territorio nazionale .

“conclude Montesano” da tempo l’O.S.A.P.P. continua a denunciare lo stato di malessere  cui vivono uomini e donne della Polizia Penitenziaria della regione Puglia nella totale sordità del mondo politico  del ministro e chi ha responsabilità  dell’amministrazione Penitenziaria , Il nostro plauso continua ad andare agli uomini e donne della Polizia Penitenziaria che nonostante  le notevoli difficolta continuano a garantire  l’ordine sicurezza   e trattamento nell’ambito delle strutture territoriali  .

Quanto sta accadendo, è inammissibile e intollerabile e ci risulta assai difficile comprendere come la politica sia in silenzio assordante sugli annosi problemi delle carceri Pugliesi e non solo , e siamo appena all’inizio estate con a rischio anche le ferie per gli uomini e donne della Polizia Penitenziaria.