Posted on

Primo Piano – “Dichiarazioni di Pasquale Montesano Segretario Generale Aggiunto OSAPP e del Segretario Regionale OSAPP Ruggiero Damato”

I riflessi pesantemente negativi sulla conduzione e sull’organizzazione degli istituti penitenziari, nei rapporti con la popolazione detenuta, oltre che di disfunzione sui risultati in termini di maggiore sicurezza che l’istituzione penitenziaria dovrebbe rendere alla Società Civile sono i risultati di una gestione in Puglia che necessita nell’immediatezza sostanziali cambiamenti di passo e di rinnovamento.

Mancano uomini mezzi e risorse per mettere in sicurezza le strutture gli utenti e operatori tutti ,aggressioni ferimenti eventi critici  , potrebbero essere conseguenze gravissime  delle scelte  scellerate dei governi precedenti e di quello attuale con i ministri della Giustizia e capi del D.A.P ormai non più in grado di sollevare dal baratro il pianeta “CARCERE” e restituire dignità e decoro lavorativo agli uomini e donne della Polizia Penitenziaria in Puglia e non solo ,come a Napoli  , Avellino S.Maria C.V.   e sul territorio nazionale.

” Continuano  Montesano/Damato ” Il personale e stremato, il sovraffollamento sempre in aumento gli eventi critici aumentano vertiginosamente e la Polizia Penitenziaria subisce smisuratamente gli atti di violenza e attacchi non solo da detenuti incontrollabili e dalla criminalità, ma come dimostrano i fatti anche da elementi esterni al mondo carcere con l’aggiungersi della tracotanza di alcune cellule che a Bari Taranto Lecce Foggia hanno assunto e assumono comportamenti obsoleti e desueti nella forma e nella sostanza che si pongono , in maniera inequivocabile, ad ulteriore danno nei confronti degli uomini e donne della Polizia Penitenziaria , gli stessi istituti che necessitano di certezze rispetto all’assenza di funzionari e dirigenti (COMANDO E DIREZIONI) inesistenti.

Le gravissime condizioni per la Polizia Penitenziaria della regione Puglia come su tutto il territorio Nazionale  impongono  nell’immediatezza  risolutivi e non più differibili azioni rigide del Governo politica e amministratori a Partire dal superamento Ospedali Psichiatrici Giudiziari , sanità penitenziaria , organici Polizia Penitenziaria  , mezzi e strumenti operativi  e vestiario , situazioni che nell’ultimo anno si sono  esponenzialmente aggravate  ed hanno raggiunto livelli massimi d’allerta senza che alcuno abbia messo in campo iniziative e soluzioni alternative al disastro annunciato più volte dall’OSAPP , ragion per cui non si frenano nella regione iniziative di contrasto a colpire organi statutari del sindacato .

“Aggiungono i segretari dell’O.S.A.P.P”, il nostro plauso agli Agenti di Polizia Penitenziaria in servizio presso le strutture territoriali, i quali con dedizione professionalità ed accortezza evitano, nonostante il gravissimo stato, maggiori e più gravi conseguenze non senza difficoltà, continuando a garantire uno standard di ordine di sicurezza che costituiscono condizione imprescindibile per il proficuo lavoro di tutti gli operatori penitenziari.

“Concludono  Montesano/Damato “ per l’ennesima volta vogliamo far arrivare  al Ministro della Giustizia Cartabia e al Presidente del Consiglio dei Ministri Pro.Mario Draghi tutto il nostro motivato dissenso per il mancato impegno assunto l’indomani della visita presso la C.C. S.Maria C.V. .che è stata teatro di eventi di particolare gravità, tuttora fonti di preoccupazione e di disagi per gli addetti del Corpo in ambito nazionale e non solo locale, senza tralasciare l’avvio di violente campagne di denigrazione, tuttora in atto in danno dell’intera Polizia Penitenziaria  oltre alle facili “strumentalizzazioni”.

Nella giornata di domani in Puglia in occasione della visita del Sottosegretario Sisto la segreteria Regionale OSAPP Puglia, con propria delegazione, rappresenterà all’autorità di Governo il malessere e i disagi degli uomini e donne della Polizia Penitenziaria.

*Pasquale Montesano -Segretario .Generale  Agg.to O.S.A.P.P.*