Posted on

Carinaro – Il sindaco Nicola Affinito in un post pubblicato su Facebook dichiara: “Anche questa sera purtroppo devo comunicarvi dati in aumento in relazione al contagio per il nostro paese. I dati pervenuti questa sera aggiungono altri 10 persone che sono risultate positive al Covid-19 .

In Totale attualmente ci sono 94 casi nella nostra comunità di cui 4 residenti ma non domiciliati a Carinaro .

Il dato è aggiornato in base all’odierna comunicazione dei tamponi processati dalla task force COVID Regione Campania sia dal dipartimento di prevenzione UOPC di Aversa e pervenuta tramite PEC al Comune.

La maggioranza dei positivi accertati sono asintomatici in buono stato di salute. Un dato allarmante è che la contagiosità avviene attualmente in maniera concatenante nei nuclei familiari.

Per tale ragione chiedo a tutti di rispettare soprattutto in famiglia la quarantena obbligatoria qualora ci fossero positivi nel nucleo familiare.

Inoltre per chi è in attesa di eseguire i tamponi è vietato assolutamente allontanarsi dal proprio domicilio pena gravi conseguenze anche di natura penale. Purtroppo il controllo di queste situazioni non può avvenire in modo individuale e quindi la nostra coscienza ci deve guidare ad agire secondo un senso di responsabilità individuale per preservare lo stato di salute dei soggetti più fragili.

Siamo nel mezzo di una pandemia e nessuno si deve rendere artefice a causa dei propri comportamenti irresponsabili di provocare conseguenze irreparabili per la comunità.

In seguito al nuovo DPCM anti COVID che di fatto divide l’Italia in 3 fasce a seconda del rischio di contagio ( Campania zona gialla) e  che andrà in vigore e diverrà operativo da venerdì e in previsione di una ulteriore ordinanza restrittiva regionale, domani il COC comunale renderà pubbliche le decisioni che riguardano limitazioni e restrizioni da adottare per la nostra comunità.

Al momento l’allerta e la prevenzione devono restare alte. Vi esorto alla massima prudenza evitando inutili assembramenti. Deve prevalere oggi più che mai prudenza e coscienza guidate da una forte dose di pazienza. Dobbiamo farcela e riprenderci la NOSTRA VITA!”