Posted on

Carinaro – Nella seconda settimana di Avvento, possiamo pensare di meditare sulla nostra conversione, come una seconda virtù da sviluppare, diversa dalla “speranza” su cui abbiamo lavorato la prima settimana. Per questo sarebbe bene pensare di fare un esame di coscienza più approfondito, più sereno, a partire dalla lettura dei capitoli da 5 a 7 di Matteo.

Come ci stiamo preparando a ricevere il nostro salvatore? Lo riconosceremo quando diventerà presente nelle nostre vite? Ci riconoscerà come suoi discepoli?

L’Avvento è un’attesa gioiosa, ma perché questa gioia sia profonda, deve nascere dalla Giustizia nel nostro rapporto con Dio e con il prossimo e dalla nostra Verità vivendo noi stessi per quello che siamo: figli amati del Padre.