Posted on

Carinaro – Nella frenetica realtà nella quale viviamo, la ricerca della tranquillità è diventata un obiettivo sempre più essenziale per rimediare all’inquietudine interiore che ci affligge.

Tale obiettivo può essere perseguito attraverso la filosofia che, seguendo una sua antica vocazione, cerca di rendersi utile alla vita. La filosofia, utilizzando le parole di Gerd Achenbach, padre della consulenza filosofica, è “la saggezza di una coscienza che presta attenzione alla vita, la moderazione degli affetti che solitamente ci spingono qua e là, la concentrazione sull’essenziale al posto della distrazione, la concentrazione su se stessi al posto della dispersione e della turbolenza dei passatempi irrequieti”. Tutti questi temi sono stati sviscerati il 18 novembre ore 15:30 presso la sala consiliare del comune di Carinaro, durante la giornata mondiale della filosofia dedicata al tema della cura ,organizzata dal Liceo Classico e Musicale “D. Cirillo”-Aversa (D.S Luigi Izzo) con la collaborazione l’ Amministrazione Comunale di Carinaro e nello specifico dell’assessore alla cultura Alfonso Bracciano.

Sono intervenuti il Prof. Luigi Izzo (Dirigente Liceo classico e musicale “D. Cirillo”,saluti istituzionali) Alfonso Bracciano (assessore alla cultura, saluti istituzionali), Ernesto Natale (DS, IC “Petrarca” saluti istituzionali), Nicola Affinito (sindaco di Carinaro, saluti istituzionali),prof. Luigi Corrente (che parlerà di Lucrezio), prof.ssa Anna Romano (che parlerà di epicureismo e di stoicismo), prof.ssa Giuseppina Giuliano Margarita (che parlerà dei percorsi di filosofia in carcere) la giornalista Carla Caputo (moderatrice) la dott.ssa Giuseppina Russo (che parlerà delle attività del Festival della Filosofia in Magna Grecia e della filosofia come arte di vivere), il prof. Pasquale Vitale che parlerà di Boezio e della filosofia come consolazione. La IV B confronterà la lettera a Meneceo con il testo “La conquista della felicità di Russel”, la IVE presenterà “Colloqui con se stesso” di Marco Aurelio.