Posted on

Carinaro – Il 4 Novembre è la festa dell’Unità Nazionale e la festa delle Forze Armate, è il giorno della commemorazione per ricordare coloro che si sono battuti e sacrificati, affinché il nostro Paese potesse costituirsi in Repubblica Unitaria.

Senza nessuna cerimonia per evitare assembramenti e per rispettare le norme anti-Covid, l’amministrazione comunale si è recata insieme al nostro parroco don Antonio Lucariello, presso il monumento dei caduti, per ricordare tutti coloro che hanno sacrificato il bene supremo della vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere.

La commemorazione del 4 novembre ci aiuta a non dimenticare, ci aiuta a ricordare le persone che hanno dato la vita per la nostra patria, questo giorno rappresenta anche l‘occasione per farci capire che la guerra è la cosa più atroce e terrificante che può accadere ad un popolo.

Oggi più che mai questo giorno deve rappresentare un monito per tutti noi perché stiamo attraversando momenti difficili , stiamo in Guerra contro un nemico invisibile, oscuro ma allo stesso tempo difficile da debellare il COVID-19 .

Ed allora come fecero più di cento anni fa i nostri nonni , combattiamo tutti insieme, per riprenderci la nostra vita , le nostre armi sono diverse da quelle usate dai nostri avi ma possono essere altrettanto efficace e risolutive se usate con accuratezza e senso di responsabilità.