Posted on

Carinaro – L’assessore all’ambiente Serena Marina, in un post su Facebook dichiara: “In seguito alla nota a me indirizzata da parte del gruppo di opposizione e della consigliera indipendente Barbato, ho prontamente interpellato la Ecoffice s.r.l. ( che svolge il servizio di spazzamento stradale per il nostro comune), la quale ha argomentato come segue: ” Con la presente nota la scrivente ditta, in persona del l.r.p.t., nella qualità di aggiudicataria del Servizio di Igiene Urbana relativo al Comune di Carinaro, ci tiene a chiarire che:

– a far data dal 16.07.2018, il suddetto servizio è sempre stato prestato a regola d’arte come da capitolato e Relazione Tecnico Illustrativa;

il servizio di spazzamento manuale delle strade interne e di quelle di confine con i comuni limitrofi, quale servizio aggiuntivo e migliorativi , come da Relazione Tecnico Illustrativa, è stato sempre fruito programmando meticolosamente i percorsi stradali effettuati dagli operatori, cercando di garantire la massima efficienza dello stesso, il minimo impatto sul traffico veicolare ed il più agevole rientro degli addetti (in relazione alle strade di confine) all’interno del centro urbano;

l’individuazione delle strade interessate dal suddetto servizio di spazzamento manuale, con particolare riferimento alle strade di confine, viene effettuata sulla scorta delle indicazioni toponomastiche fornite dall’ufficio comunale di competenza. È d’uopo, tuttavia, precisare, che il servizio viene comunque prestato nelle strade la cui carreggiata si trovi contesa con uno o più comuni limitrofi, ovvero che rappresentino il più agevole percorso di rientro degli addetti all’interno del centro urbano “.

Faccio presente che le indicazioni toponomastiche a cui fa riferimento la nota appena riportata sono rappresentate da una mappa e da uno stradario della città (di cui allego foto) , in cui, come si può vedere, figurano via Boccaccio, come altre strade di confine.

Non si è trattato di altro se non di un errore di comunicazione tra società e ufficio tecnico. Aggiungo che lo spazzamento di via Boccaccio non è mai andato a discapito di altre vie o zone del paese ma è sempre stato un “quid pluris“.

Le riprese video studiate a tavolino fuori lo studio professionale del sindaco sono il goffo e disperato tentativo di gettare fango su un servizio che, vi piaccia o no, funziona, e che viene effettuato in tutto il paese da quando questa amministrazione, con un verbale del 26.06.2019, ha dato questo tipo di disposizione, suddividendo Carinaro in zone.

Di una cosa sono contenta: che le nuove vesti di taluni abbiano risvegliato in questi grinta e attenzione alle problematiche del paese che prima d’ora apparivano sopite.

Mi dispiace invece dell’endemico, becero e malsano opportunismo di tal’altri destinato a rimanere inalterato, completamente refrattario al cambiamento. La mia onestà e limpidezza non sono mai state né saranno mai in vendita.”