Contrasto TV

                       
   

Casaluce, Cutillo: “Non mi piace giocare sulla pelle dei cittadini”

Casaluce – Il professore Antonio Cutillo, in una nota inviata alla nostra redazione, dichiara: “Io NON ci sto ai giochi della politica e NON mi piace giocare sulla pelle dei cittadini. Sono fortemente convinto che l’attuale amministrazione comunale deve andare a casa per il semplice fatto che in dieci anni Casaluce si è impoverita.

Io NON accetto né imposizioni né distorsioni alle mie idee, da parte di nessuno. Sono aperto ai COMPROMESSI purché non siano inciuci politici o difetti d’onestà, così come ci stanno raccontando le ultime cronache cittadine. Essere aperti al compromesso significa “venirsi incontro”, accontentare i cittadini, porre la prima base per una convivenza pacifica tra tutti i vari gruppi politici. La democrazia è fatta anche di disaccordi, di pensieri differenti e di confronto. E quando c’è disaccordo è bene trovare un compromesso, un punto d’incontro tra i vari interlocutori, perché credo che sia normale che ci siano pensieri differenti: lo sforzo maggiore che bisogna fare è quello di rispettare la volontà degli elettori e di mantenere fede ai principi della democrazia senza rinunciare alla propria identità. Compito della Politica, in primis dei gruppi che si stanno costituendo per le prossime elezioni, è quello rappresentare e decidere negli interessi dei casalucesi. Pertanto, gli accordi, le alleanze e le strategie devono avere proprio questo fine.

Se si perde di vista questa finalità, e il dialogo inizia a venir meno, la responsabilità deve essere assunta da chi causa tutto questo. I casalucesi, ora come non mai, hanno necessità di avere punti di riferimento sicuri, capaci di tutelare i loro interessi e, in base questi, di avere idee comuni per cambiare e rilanciare Casaluce. È ora che si ritorni a fare Politica, quella vera!”

Articoli correlati