Contrasto TV

                       
   

Casaluce ha la meglio sull’Atletico Chiaiano per 4 a 2, Verazzo: “Bisogna alzare l’asticella”

Casaluce – Come prima uscita stagionale, la Squadra allenata dal Ds/Mister Gennaro Verazzo non può che ritenersi soddisfatta visto la buona performance di ieri pomeriggio sul terreno di giuoco dell’Atletico Chiaiano C5, una Squadra non certamente sprovveduta e dotata di un roster capace di mettere in difficoltà qualsiasi compagine, ma ieri, contro il Casaluce, ha avuto vita non troppo facile, ma alla fine, ciò che ha contato, al di là del risultato, è stato quello di permettere al Casaluce di valutare lo stato psico-fisico, salutare ed attitudinale dei propri calcettisti.

Prima del fischio di inizio gara è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare la morte del giovane 16enne di Casaluce Vincenzo Di Martino, deceduto circa una settimana fa a seguito di un tragico incidente stradale. Le impressioni del Mister del Casaluce Verazzo: “Come prima uscita non mi posso lamentare.

Abbiamo fatto tante cose buone in campo, cose che proviamo e riproviamo sempre in settimana durante gli allenamenti, ma non ho potuto fare a meno di non accorgermi di qualche piccolo errore commesso dai miei nelle ripartenze degli avversari. Infatti, i due goal presi dal Chiaiano, sono stati realizzati entrambi in contropiede”.

“Questa per noi, è stata la nostra prima uscita stagionale, e nonostante abbia detto e ridetto forse mille volte ai ragazzi che non era importante il risultato ma la prestazione, ieri ho avuto la percezione che i ragazzi avevano il timore della sconfitta.

“Ero certo che avrebbero fatto bene da subito, anche se siamo ancora a metà preparazione atletica, nonostante fossi a conoscenza che l’avversario era di tutto rispetto, veloce, aggressivo e ben messo in campo, ed al quale, faccio i mie complimenti sia al Mister che alla Società tutta del Chiaiano, ringraziandoli nuovamente per averci ospitato”.

“Nonostante le alte temperature, siamo comunque stati bravi a gestire le forze con continue rotazioni e cambio modulo in campo. Infine, complimenti per l’esordio nel finale con assist goal, a Di Martino Antonio, classe 2001, 18 anni da compiere a Dicembre. La giovane promessa, in 7/8 minuti, ha fatto subito capire che ha le qualità e le potenzialità per poter sfondare. Comunque, concludo nel dire che l’asticella va alzata, dobbiamo essere più cinici e cattivi sotto porta, siamo troppo leziosi. In settimana siamo pronti anche per affrontare la seconda amichevole preseason”.

Articoli correlati