Posted on

Casaluce –  “Il popolo di Casaluce ha lanciato un chiaro messaggio all’amministrazione comunale nel corso delle elezioni regionali del 2020.Il vento è cambiato e non gira più a favore di Rany Pagano”.

Pasquale Bruno, consigliere comunale di opposizione a Casaluce, ha affrontato, in una nota ufficiale, l’esito delle votazioni tenutesi il 20 e 21 settembre.

“Ci aspettavamo tutti una bella affermazione da parte dell’assessore ai lavori pubblici. Eravamo tutti in dolce attesa, eppure il dato è sotto gli occhi di tutti: a Casaluce, nelle competizioni che contano resto il primo in classifica con i miei 1800 consensi ottenuti alle elezioni alla Camera dei deputati del 4 marzo del 2018 – afferma l’ex candidato sindaco -.

Praticamente il doppio rispetto ai suoi 926 voti regionali. Nonostante i suoi 10 anni da Sindaco, i cinque da consigliere Provinciale ed i due da assessore (carica che ancora detiene), il candidato di Campania Libera ha steccato alla grande. I casalucesi l’hanno bocciato, hanno bocciato la sua politica, i suoi modi, le sue idee così lontane dal popolo. La Lega, con il candidato che ho sponsorizzato, Gianpiero Zinzi, si è classificata come primo partito del centrodestra nel nostro paese ed il mio impegno è di ripartire proprio da questo importante risultato”.

Bruno conclude sottolineando quanto i cittadini attendano con apprensione “la costruzione di un nuovo percorso politico che possa basarsi su pilastri forti come la trasparenza, l’onesta ed il rispetto”.