Posted on

Casaluce – In una nota inviata alla nostra redazione, il gruppo Uniti per Cambiare ha dichiarato: “Potremmo cominciare con c’erano una volta… ma non possiamo, perché ci sono ancora!

Lasciano alquanto stupiti il coraggio e la sfrontatezza con cui determinati personaggi abbiano ancora la faccia tosta di presentarsi per una campagna elettorale.

LA STORIA È QUESTA.

 Stateci ad “ascoltare” per soli cinque minuti. Non sono molti ma vi basteranno a farvi un’idea di come sia stato “semplice” ridurre un ente sul lastrico dopo 10 anni di ininterrotta gestione.

 Correva l’anno 2013 e la giunta Pagano, di cui faceva parte l’allora assessore ai LL.PP tale Tatone Antonio, oggi Sindaco, approvava il progetto – definitivo – esecutivo dei lavori di “Risanamento ambientale e funzionale del sistema fognario al servizio del Comune di Casaluce”, per l’importo di € 2.296.419,20.

 Nel bando di gara approvato ed espletato si dava atto, al titolo III- 5) punto e, che: “il pagamento all’impresa è subordinato all’avvenuto trasferimento dei fondi da parte della regione Campania e che la Ditta non potrà assolutamente rivalersi sull’ente di eventuali ritardi nei pagamenti”.

INVECE, COSA ACCADE?

Accade che, data 17/12/2015, viene liquidato alla ditta appaltatrice un totale di € 1.547.298,21 con questa dicitura “Dato Atto che, al fine di non perdere il contributo e al tempo stesso consentire i pagamenti entro la chiusura delle tesorerie, è necessario anticipare il pagamento delle somme  liquidate con le determinazioni in premessa elencate mediante utilizzo del fondo di cassa comunale”.

 Due considerazioni d’obbligo e poi nei prossimi giorni scenderemo nei dettagli!!!

Perché queste geniali menti, che ci amministrano da 11 anni, hanno dovuto anticipare pagamenti se nel bando di gara era chiarito che ” Il comune non sarebbe stato responsabile di eventuali ritardi?”

Perché se erano già stati emessi i decreti di erogazione da parte della regione Campania bisognava andare così di corsa.

LA TESORERIA COMUNALE CHIUDEVA?

Perché accontentare di corsa la ditta che pur avendo saputo di dover aspettare l’erogazione dalla Regione chiedeva IL PAGAMENTO DAL COMUNE. PERCHÈ???!!!

Il Signor Pagano Nazzaro e l’ex

Assessore, oggi Sindaco Tatone, invece di abbaiare e ululare alla luna, non hanno mai spiegato nulla a nessuno.

Perché ovviamente loro pensano che tutto gli è concesso!!!

E, invece, non va proprio così, un amministratore DEVE dare RISPOSTE AI CITTADINI, SEMPRE, SOPRATTUTTO QUANDO SI TRATTA DI METTERE MANO AI SOLDI DEI CONTRIBUENTI!

 QUESTI BRAVI ANTICIPATARI DI SOMME DEVONO DELLE SPIEGAZIONI:

I decreti sono poi arrivati?

Le somme anticipate sono state poi incassate? POI……

…CONTINUA”