Posted on

Casaluce – In una nota inviata alla nostra redazione, il gruppo Uniti per Cambiare ha dichiarato: “Quando all’incompetenza e all’incapacità amministrativa, si sommano la sfrontatezza e il disprezzo per le regole democratiche delle istituzioni, allora si arriva ad assistere a ciò che

SUCCEDE SOLO A CASALUCE.

 A seguito dell’avviso di fissazione del consiglio comunale del prossimo 27 luglio, i consiglieri comunali di U.p.C. hanno inoltrato una missiva a S.E. il Prefetto di Caserta, motivando le ragioni della loro astensione dalla partecipazione a quello e a tutti i successivi Consigli Comunali, nel perdurare di una situazione irrispettosa del ruolo istituzionale dell’opposizione e di un comportamento oltraggioso dei diritti della nostra comunità.

La stessa decisione è stata pubblicizzata mediante pubblici manifesti e annunci sui social.

 TATONE CHE FA?

Indice un nuovo consiglio comunale per il 17 luglio, senza tenere nel minimo conto le richieste di questa opposizione e dei cittadini di CASALUCE.

Cari concittadini, cari imprenditori,

Tatone ha convocato un NUOVO CONSIGLIO COMUNALE, inserendo ben 9 (nove) punti all’ordine del giorno senza fare il minimo accenno, ANCORA UNA VOLTA, alle questioni che interessano massimamente la nostra comunità:

  • IL FORNO CREMATORIO

  • IL P.U.C.

È INTOLLERABILE, VERGOGNOSO e IRRISPETTOSO!

Questo Sindaco, schiavo della volontà di NAZZARO PAGANO, continua a prendere in giro i CASALUCESI TUTTI!

  • Dopo più di un anno dalla contestazione pubblica sul NO AL FORNO CREMATORIO,

  • dopo che sono state depositate più di 3.000 (tremila) firme da parte del comitato NO AL FORNO CREMATORIO;

  • dopo 11 anni di promesse di un P.U.C., di cui non si ha notizia alcuna, se non la solita cantilena “è tutto pronto” di Mr. “Mu vec’ io”;

  • dopo le rimostranze di imprenditori e cittadini che sono esasperati dalla mancanza di un piano urbanistico comunale che legittimi l’impianto di imprese senza che sia violentata la nostra ZONA AGRICOLA;

 IL SINDACO DEL COMUNE DI CASALUCE non DÀ UNA SOLA RISPOSTA, ma continua:

  • a FARE SPALLUCCE;

  • a NON ASCOLTARE IL GRIDO DEI CITTADINI;

  • a TENERE SUL FILO DEL RASOIO LE ASPETTATIVE DEGLI IMPRENDITORI,

pur di consentire a NAZZARO PAGANO di continuare a fare campagna elettorale, promettendo e rassicurando a destra e a manca in vista delle ELEZIONI REGIONALI!!!

SI DEVONO VERGOGNARE!!!

I CASALUCESI NON MERITANO QUESTA INDIFFERENZA,

NÉ QUESTA NEGAZIONE COSÌ MARCHIATA DEI PROPRI DIRITTI!!!

 La NOSTRA decisione è IRREMOVIBILE, la nostra PROTESTA CONTINUERÀ AD OLTRANZA:

DISERTEREMO I CONSIGLI COMUNALI FINO A CHE I DIRITTI DEI CASALUCESI NON SARANNO RISPETTATI!!!”