Posted on

Caserta – Ricomincia il 27 novembre, alle 11.15 nella Cappella Palatina, il ciclo di appuntamenti con le Matinée dell’Orchestra da Camera di Caserta realizzate nell’ambito del bando di Valorizzazione partecipata della Reggia di Caserta.

Dopo la Matinée mozartiana del 25 settembre scorso, anteprima dell’Autunno Musicale, realizzata in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio con il flautista Alberto Navarra – vincitore dell’edizione 2022 del prestigioso concorso internazionale di flauto Carl Nielsen 2022 – la tradizionale rassegna di concerti prosegue con altri quattro appuntamenti dal 27 novembre al 26 dicembre.

L’Orchestra da Camera di Caserta, diretta da Antonino Cascio, ospiterà tre giovani vincitori dei più importanti concorsi internazionali – il violinista Kevin Zhu, premio Paganini 2018, la clarinettista Anna Paulová, premio Manhattan International Music Competition 2022, il violoncellista Ettore Pagano, premio Aram Khachaturian 2022 e l’insigne pianista Bruno Canino, tra i musicisti italiani più noti e amati dal pubblico internazionale, partner abituale dell’Orchestra con la quale ha recentemente registrato i brani che saranno eseguiti per l’occasione.

I programmi proporranno musiche di Mozart, Haydn e rarità di Mayr, Stamitz e Kozeluh. I concerti sono inclusi nel costo del biglietto ordinario o abbonamento del Complesso vanvitelliano, salvo le gratuità previste per legge.

Questo il calendario dei concerti:

Domenica 27 Novembre ore 11.15

solista Kevin Zhu violino

​Wolfgang Amadeus Mozart

Concerto in la maggiore per violino e orchestra KV 219

Sinfonia n.29 in la maggiore KV 201

Domenica 11 Dicembre ore 11.15

solista Anna Paulová clarinetto

Carl Stamitz​

Concerto in si bemolle maggiore per clarinetto e orchestra

Wolfgang Amadeus Mozart

Divertimento n.3 in fa maggiore KV 138

Leopold Kozeluh

Concerto in mi bemolle maggiore per clarinetto e orchestra

Domenica 18 Dicembre ore 11.15

solista Ettore Pagano violoncello

​Franz Joseph Haydn

Concerto in do maggiore per violoncello e orchestra Hob. VIIb / 1

Sinfonia n.63 in do maggiore Hob. I/63 La Roxelane

Lunedì 26 Dicembre ore 11.15

solista Bruno Canino pianoforte

Concerto per un Giorno di Festa

Giovanni Simone Mayr

Sinfonia n.2 in do maggiore

Concerto n.1 in do maggiore per pianoforte e orchestra

Overture in re maggiore dall’oratorio Sisara

Concerto n.2 in do maggiore per pianoforte e orchestra​

Oltre alla matinée alla Reggia di Caserta, il week end dell’Autunno Musicale propone anche tre concerti tra Capua, Sessa Aurunca e Maddaloni. 

Venerdì 25 novembre alle ore 19,30 presso il Museo Campano di Capua, per il ciclo A-Solo il violinistaKevin Zhu, Premio Paganini 2018, eseguirà Ventiquattro Capricci op.1 di Niccolò Paganini, mentre sabato 26 novembre (ore 19,30) insieme all’Orchestra da Camera di Caserta, diretta da Antonino Cascio, sarà a Sessa Aurunca, presso la Chiesa di S. Giovanni a Villa. 

Domenica 27 novembre (ore 18) al Museo Archeologico di Maddaloni si terrà invece il recital della pianista Pina Napolitano con musiche di Webern, Carter, Beethoven e Carter.

L’Orchestra da Camera di Caserta ha collaborato con i nomi più insigni del concertismo internazionale, vanta presenze in contesti importanti in Italia ed all’estero e svolge un’opera essenziale per la divulgazione dell musica nel proprio territorio.

Kevin Zhu ha studiato alla Juilliard School con Itzhak Perlman e Li Lin e si è posto all’attenzione internazionale vincendo due tra i più importanti concorsi violinistici: lo Yehudi Menhuin nel 2012 e il Paganini nel 2018. Nel 2021, inoltre, ha ricevuto due importanti riconoscimenti: l’Avery Fisher Career Grant del Lincoln Center for Performing Arts di New York e il Salon de Virtuosi Career Grant della Charlotte White Foundation. Elogiato per la sua “strepitosa padronanza tecnica e maturità” e “l’assoluto virtuosismo, quasi accecante per la sua incredibile purezza”, ha tenuto concerti nelle più prestigiose sale. Ambasciatore della Lin Yao Ji Music Foundation of China, suona un violino Antonio Stradivari “Lord Wandsworth” del 1722, affidatogli dalla Fondazione Ryuji Ueno e da In Consortium Rare Violins Artists & Benefactors Collaborative

La pianista Pina Napolitano ha inciso cinque dischi da solista e con orchestra, tutti ottimamente recensiti dalla critica internazionale, che ha riconosciuto nel suo modo di suonare “una forza di tensione sua particolare” e una “rara penetrazione, comprensione, grazia ed eleganza”. La sua incisione di “Tempo e Tempi” (2020) ha ricevuto il riconoscimento di “miglior album di musica contemporanea del 2020” da The Times. Insegna attualmente pianoforte principale presso il Conservatorio Martini di Bologna.