Posted on

Castel Volturno – “Il sindaco continua a prendere in giro cittadini e consiglieri. Infatti, dopo aver dato le dimissioni, in modo del tutto spontaneo, ha deciso di partecipare al consiglio comunale, maturando un altro guinness per la risicata durata della presunta crisi della maggioranza”. Questo quanto dichiarato da Cesare Diana, Presidente del Comitato Città Domitia, che ha continuato: “Il timore di non avere il numero legale per poter procedere ad approvare gli argomenti che sono fondamentali per l’approvazione del bilancio del 30 giugno, insieme alla voglia di inaugurare la villa, con l’assegnazione dei tanto appetibili servizi connessi, ha convinto il primo cittadino a restare primo, anche se dietro di lui c’è il deserto.”

“Petrella – precisa il Presidente – ha perduto l’assessore al bilancio, che ha dato le dimissioni irrevocabili, e che ovviamente non ha voluto prendersi le responsabilità della multiutility, ne tantomeno quella di redigere ed approvare in giunta, lo schema di un bilancio che fa acqua da tutte le parti. Bilancio che invieremo integralmente alla corte dei conti.” 

“Ha solo sfruttato cittadini, consiglieri e perfino una posizione politica di centro destra, che non è mai stata espressa in alcun modo. Il suo non fare politica e il suo attaccamento alla poltrona, sono infatti, lontani anni luce dal partito che rappresenta. La fascia tricolore si è limitata ad incassare 2.500 euro di stipendio mensili più la liquidazione. Adesso – conclude – aspettiamo che ritiri le dimissioni a conclusione di una farsa, che lo farà ricordare per sempre come il sindaco dei due Ponti che intrappolò i cittadini.”