Posted on

Aversa – «Il percorso per la realizzazione della cittadella giudiziaria è un passo obbligato per dare dignità al personale del tribunale di Napoli Nord e per decongestionare la città di Aversa dal traffico che, quotidianamente la paralizza». A rilanciare il progetto è Monica Ippolito, nella doppia veste di avvocato e di candidata alla Regione nella lista di Centro Democratico.

«Frequentando il tribunale di Napoli Nord per impegni professionali ho potuto constatare che, ad esempio, gli ufficiali giudiziari sono sistemati in locali del tutto inadeguati – ha sottolineato la candidata alla Regione – sono angusti, non sempre riescono a garantire l’adeguato distanziamento e la privacy necessaria per la funzione delicata che svolgono. Basterebbe riprendere il progetto della cittadella giudiziaria provvedendo a collegare il Palazzo Aragonese con l’edificio dell’ex ospedale giudiziario. Con l’abbattimento delle mura divisorie e la sistemazione di locali attualmente liberi, sarebbe possibile consegnare agli ufficiali giudiziari degli spazi adeguati e dignitosi per il lavoro che svolgono garantendo il rispetto delle normative anti-Covid. Allo stesso tempo, si creerebbero gli spazi necessari per la realizzazione delle aree di sosta che libererebbero la città dalle auto.

Ricordiamo che la tenenza del tribunale di Napoli Nord è di ben trentaquattro comuni tra l’agro aversano e il napoletano. Il mio impegno istituzionale sarà quello di fare in modo che si attivino gli strumenti per tirare fuori dal cassetto questo progetto e migliorare la funzionalità di un tribunale che rappresenta comunque, un fiore all’occhiello nel sistema giudiziario nazionale».