Contrasto TV

                       
   

Claudio Barbaro e Gianfranco Maggiò per il rilancio del basket casertano

Campania – Claudio Barbaro, capolista al Senato per la Lega nel collegio Campania 01, accompagnato dal presidente dell’Asi Campania Nicola Scaringi e da Giancarlo Zaza D’Ausilio, ha incontrato il presidente onorario della JuveCaserta basket, Gianfranco Maggiò, uno degli uomini di sport più amati in una città che da sempre considera la pallacanestro come «sport nazionale».

Gianfranco Maggiò – che si sta adoperando per rilanciare la JuveCaserta dopo l’esclusione dal campionato di A1 avvenuta la scorsa estate – è il figlio dello storico presidente Giovanni Maggiò che regalò negli anni ’80 e ‘90 che alla Caserta della pallacanestro trionfi in Italia e all’estero, lasciando in eredità alla città il PalaMaggiò di Castel Morrone, il tempio del basket casertano, voluto e costruito in soli 100 giorni.

L’incontro, fra Barbaro e Maggiò, avvenuto proprio all’interno del tempio del basket bianconero, è stato quello fra due uomini da sempre impegnati nel mondo dello sport che, in perfetta sintonia, mettono al primo posto la funzione sociale dell’attività sportiva, soprattutto nel sud Italia.

«Abbiamo avuto un proficuo scambio di idee – ha sottolineato Barbaro – che approfondiremo nel prossimo futuro. Un impianto come il PalaMaggiò è certamente un’eccellenza per la città di Caserta, le cui potenzialità devono essere sfruttate al massimo, sia per quel che concerne lo sport professionistico che per l’attività di base. Di Maggiò ho apprezzato la grande determinazione e la voglia di ridare al popolo del basket casertano, storicamente uno dei più numerosi e caldi d’Italia, una squadra di vertice che possa essere anche il volano intorno al quale possano maturare giovani talenti, sperando che magari qualcuno possa emulare le gesta di campioni come “el Diablo” Esposito o Nando Gentile, casertani doc, che hanno scritto pagine memorabili della pallacanestro italiana».

Articoli correlati