Posted on

Eboli – Venerdì 4 settembre 2020, alle ore 19:30, presso il Chiostro San Francesco – Centro Antico di Eboli, si svolgerà l’ultimo appuntamento della Rassegna Lettaria Eboli Legge nel Chiostro, ideata e organizzata dal Comune di Eboli. Ospite sarà lo scrittore Antonio Menna, che presenterà la sua ultima opera letteraria La bambina senza il sorriso, edito da Marsilio Editori.

Alla serata saranno presenti, il Sindaco di Eboli, Massimo Cariello, che porterà i saluti dell’amministrazione comunale e dell’intera città, l’assessore alla cultura Angela Lamonica, (che ha curato con estrema cura la Rassegna Letteraria), introdurrà l’incontro, la giornalista Lucia Gallotta dialogherà con lo scrittore Antonio Menna. L’attore Vito Ciao leggerà brani del libro, la sassofonista Gisella Albano e il cantante Mariano Gagliardi, delizieranno i presenti con brani di Pino Daniele. 

Si ricorda che in ottemperanza alle nuove disposizioni di legge, è fatto d’obbligo indossare le mascherine. 

La bambina senza il sorriso

“Chiaretta ha nove anni e non ha il sorriso. Lei ride, in realtà, ma non si vede. A causa di un disturbo che ha dalla nascita, quando il cervello lancia lo stimolo la sua bocca rimane immobile, come di gesso. Uno, però, che quando lei ride se ne accorge c’è: il padre, Carmine. Solo lui. Una mattina di marzo, mentre i due passeggiano nei Quartieri Spagnoli di Napoli, la bambina all’improvviso lo perde di vista. L’uomo scompare. Nessuno se ne preoccupa, dato che negli ultimi anni Carmine è andato via già altre volte, per poi tornare a casa. Ma Chiaretta sì, e cercando di avere sue notizie finisce per suonare alla porta di Tony Perduto, giornalista precario che vive da solo in quella zona della città partenopea. Tony le apre diffidente e l’ascolta, per poi venire risucchiato al centro di un mistero su cui costruisce, un poco alla volta – contro tutti e anche contro voglia –, un’indagine minuziosa, guidata solo dalla sua curiosità e animata dalle mille voci dei vicoli di Napoli. Si compone così, pezzo dopo pezzo, un giallo pieno di suspense e ironia, una storia corale di padri e figli che scorre – come il Sebeto, fiume perduto nel sottosuolo di Napoli – al di sotto delle vite ufficiali, per ricomporsi, a sorpresa, nelle ombre, nelle pieghe più nascoste, in quella verità che, come il sorriso della bambina, in fondo c’è.Anche se la vede solo chi sa guardare”.  Fonte: Casa Editrice Marsilio Editori