Posted on

Napoli – “LORO DI MONTE DI DIO”  è un libro di racconti di chi è nato, vissuto o è stato adottato da via Monte di Dio. 

Via Monte di Dio è stata la sede del primo insediamento della città Partenope con la villa di Lucullo, poi centro vitale della rivoluzione napoletana del 1799 con i suoi eroi e sede della rivoluzione culturale di palazzo Serra di Cassano fortemente voluta dall’avv. Gerardo Marotta. Infine, è stata la strada di accesso ai rifugi contro i bombardamenti della II guerra mondiale.

Allora come oggi, qui vivono insieme il popolo e parte della società produttiva con l’ultima aristocrazia della città. Opposti che stridono e che pur in contraddizione tra loro rendono Napoli, unica e non globalizzata.

Hanno dato il proprio contributo a questa opera di racconti Francesco Serra di Cassano, erede della nota famiglia; Antonio Gargano, segretario storico dell’Istituto italiano per gli studi filosofici, Erri De luca, da qui partito come muratore e diventato scrittore europeo, Domenico Ciruzzi, formatosi alla Nunziatella, Giorgio Napolitano, nato a vissuto in Via Monte di Dio per 35 anni che ha voluto gentilmente donare un racconto inedito in Italia, Ruggiero Cappuccio, artista e presidente del Teatro Napoli Festival.

Un pamphlet leggero che racconta Napoli e che diventa anche un progetto sociale con la donazione di un canestro professionale e di lezioni gratuite ad una chiesa del quartiere per metter su una piccola squadra di cestisti.