Contrasto TV

Il M5S apre le porte ad esponenti della società civile non iscritti

Politica – Nuove mosse in politica, il M5S è per le   “sfide dirette”, apre le porte ad esponenti della società civile non iscritti, riprendendo una linea già preannunciata da Silvio Berlusconi e dal Pd e imprimendo una modifica-chiave nelle regole per le candidature che saranno ufficializzate “ad horas”.

Si tratta di una rivoluzione copernicana finalizzata a un obiettivo: competere con tutte le armi a disposizione, nei collegi uninominali, con centrodestra e centrosinistra.

Articoli correlati