Posted on

Campania – “In queste ore, nell’indifferenza generale, si sta consumando l’ennesimo delitto ai danni dell’economia del Sud.

Secondo quanto emerge nella nuova legge di Bilancio, infatti, decine di migliaia di contratti a tempo determinato in scadenza, non saranno più rinnovati o prorogati a causa dei paletti introdotti dal decreto dignità. Un atto di macelleria sociale intollerabile che rischia di lasciare a casa moltissimi lavoratori precari, specie qui in Campania. L’ unico paracadute sarebbe la Naspi, l’assegno di disoccupazione, che però ha un importo ridotto rispetto agli altri ammortizzatori sociali. Ci chiediamo allora a cosa serva avere al governo dei ministri meridionali che però non si occupano del Sud, che non riescono a contrastare la disoccupazione, nè a garantire condizioni lavorative dignitose.

Che senso ha trasformare lavoratori in disoccupati e caricare sulle spalle dei cittadini il costo degli ammortizzatori sociali?”. Lo scrive in una nota Severino Nappi, consigliere regionale della Lega in Campania.