Posted on

Primo Piano – A Roma, nelle sale della celeberrima Bibliotheca Angelica, che insieme all’Ambrosiana di Milano e alla

, vanta d’essere la prima biblioteca, in Europa, destinata al pubblico (il suo nome omaggia il vescovo Angelo Rocca che affidò la sua raccolta libraria di edizioni pregiate ai frati del convento di Sant’Agostino nella capitale), divenuta centro internazionale di cultura e, dal 1940, sede dell’Accademia Letteraria dell’Arcadia, farà da scrigno alla mostra d’arte contemporanea Liber, a cura del critico d’arte Antonella Nigro, nella quale relatori e artisti, con perizia, cura e passione, hanno indagato, scritto e illustrato il tema del libro, della lettura e della conoscenza nelle loro molteplici e affascinanti declinazioni.

L’esposizione, prevista in due sessioni, sarà inaugurata il 20 novembre 2021, nasce dalla volontà di custodire e divulgare, nelle diverse ramificazioni dell’arte, il frutto del sapere, che, tramutato in Libro, risveglia memorie e accarezza viaggi possibili e impossibili. Illusioni, allusioni, interpretati dalla creatività di 86 artisti, nazionali e internazionali, che in modo soggettivo, alternativo e rivoluzionario, affronteranno, sulla linea della contemporaneità, tutte le sfaccettature pertinenti alle tematiche del libro, dalla carta alla lettura, dai lettori alle lettrici, fino a giungere alla rappresentazione di figure romanzate e poetiche, che aleggiano nei cari ricordi degli artisti. La mostra, dipartita in quattro sezioni, Charta, Ut pictura poёsis, Caudex e But-Eut, sarà arricchita dai saggi introduttivi di 12 relatori provenienti da tutta Italia, scelti, tra accademici e direttori di musei, custoditi da un catalogo bilingue (italiano/inglese), di circa 500 pagine, la cui parte centrale è ampliamente dedicata agli artisti espositori.

Tale intreccio di emozioni, curiosità e concezioni, ad opera del critico Antonella Nigro – e del suo team di “solo donne”, alle Traduzioni la prof.ssa Giovanna Della Porta, al settore Comunicazione e Promozione la dott.ssa Nunzia Giugliano e all’Editing la dott.ssa Grinora Mellethanne – sarà l’anello di congiunzione tra lo spettatore e la fiamma della ‘libera conoscenza’.

La mostra, presso la Galleria Angelica, in Piazza Sant’Agostino nel cuore di Roma, divisa in due sessioni, 20-27 novembre e 4-11 dicembre, sarà fruibile gratuitamente, nel rispetto delle norme anticovid, negli orari di apertura della Bibliotheca Angelica.