Posted on

Campania – “Gli operatori socio sanitari si sono dimostrati figure fondamentali per il contrasto al Covid in Campania. Ad oggi, nonostante si registri un importante fabbisogno a fronte di una incredibile carenza di organico in quasi tutti i presidi ospedalieri della nostra regione, è inspiegabile che siano stati assunte solo poche centinaia di operatori, mentre restano in attesa circa 1700 unità che hanno superato le procedure concorsuali.

Così come appare del tutto paradossale che, sebbene siano presenti graduatorie attive, ci siano Asl che continuano a indire avvisi pubblici per assumere altro personale. Procedere a nuovi bandi è assolutamente in contrasto con recenti pronunce del Tar della Campania, che ha sospeso i concorsi e invitato le aziende sanitarie a procedere allo scorrimento delle graduatorie e, solo dopo l’esaurimento di queste, indire nuovi bandi”. Lo denuncia il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello, a margine della protesta di una delegazione di operatori socio sanitari, che questa mattina hanno partecipato a una manifestazione davanti alla sede della Prefettura di Napoli.

“Nell’ultimo question time in Consiglio regionale – ha ricordato Saiello – abbiamo avuto garanzie dalla giunta perché si proceda al più presto allo scorrimento delle graduatorie. Personalmente sarò in prima linea accanto a questi operatori, affinché la Regione rispetti gli impegni presi in aula e si proceda all’arruolamento degli oss idonei, con assunzioni definitive e non certo con contratti temporanei, come avvenuto in molti casi”.