Posted on

Mondragone – “Nella Giornata Mondiale della Terra l’AMBC torna ad insistere sulla necessità di pedonalizzare e rendere ciclabili la maggior parte delle strade e delle piazze della città.

È un’assoluta priorità per rilanciare l’economia cittadina e per avviare contestualmente la necessaria transizione ecologica della città. L’inquinamento atmosferico è una preoccupazione per la salute pubblica, in quanto l’aria pulita è vitale per la qualità della vita e il benessere della popolazione. Una recente ricerca per l’EPHA ha indicato che ogni cittadino europeo deve far fronte a una perdita di welfare di oltre € 1250 all’anno a causa della scarsa qualità dell’aria. Oggi ci occupiamo delle bici. La Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta https://fiabitalia.it/ insieme a tanti comuni della rete ComuniCiclabili http://www.comuniciclabili.it/ (perché il comune di Mondragone non aderisce?) ha presentato il vademecum “Dare strada alle biciclette. I nuovi provvedimenti del Codice della Strada per favorire la sicurezza ciclabile”, realizzato dal Centro Studi FIAB per far sì che i comuni possano avere uno strumento in più – aggiornato alle ultime novità normative nel Codice della Strada – nei loro investimenti bike friendly.

Il vademecum, articolato in sei schede tecniche, invita le pubbliche amministrazioni a conoscere e capire gli ambiti di applicazione dei cambiamenti del Codice della Strada introdotti con i recenti “Decreto Rilancio” e “Decreto Semplificazioni”. Le sei novità sono: corsia ciclabile, corsia ciclabile per il doppio senso ciclabile, casa avanzata, uso ciclabile di corsie preferenziali, zona scolastica, strada urbana ciclabile E-bis. Le nuove norme del Codice della Strada in materia di mobilità ciclistica sono applicabili in modo immediato in quanto inserite in provvedimenti di legge urgenti e non è dunque necessario attendere altri regolamenti. I comuni sono chiamati ad agire con celerità, per rispondere alle nuove esigenze di mobilità, ma garantendo la massima sicurezza a chi si muove in bicicletta. Uno strumento in più per dare strada alle biciclette. Il manuale proposto- che l’AMBC ha l’onore di segnalare- rappresenta un concreto aiuto alle amministrazioni che intendono riconvertire la mobilità e lo spazio pubblico verso una reale sostenibilità. Oggi abbiamo finalmente nuove norme, mutuate da quelle dei paesi europei più avanzati, per creare infrastrutture e spazi ciclabili di rapida ed economica realizzazione: occorre conoscerle e saperle interpretare per applicarle nel modo migliore.

La pandemia ha spinto tantissimi comuni ad accelerare i cambiamenti nella mobilità e nei trasporti, adottando un approccio sistemico. I nuovi provvedimenti vanno ad integrare le precedenti modalità di realizzazione delle piste ciclabili e rappresentano ulteriori possibilità – individuate dalla norma – in analogia con le soluzioni più diffuse ed efficaci attuate in gran parte d’Europa. Occorre cercare di superare quei “forti interessi” legati alle multe, ai parcheggi e alle soste, che rischiano di frenare la necessaria pedonalizzazione delle strade della città, nonché l’aumento della loro ciclabilità. Occorre far prevalere gli interessi di tutti per arrivare a ridisegnare una “nuova Mondragone” con meno auto circolanti e con più spazi pubblici restituiti ai cittadini. A questo link potete consultare il testo del Vademecum. 

Terminiamo con qualche bella notizia, un appello e un messaggio per il 25 Aprile. L’AMBC esprime grande gioia per la notizia della liberazione della giovane attivista No Tav Dana Lauriola https://ilmanifesto.it/scarcerata-la-leader-no-tav-dana-lauriola/ e per l’iniziativa speciale per ricordare Massimo Bordin a due anni dalla morte. La sua (e anche un po’ la nostra) radio, Radio Radicale, ha annunciato la nascita di un “archivio Bordin” che sarà disponibile per tutti gratuitamente online dal prossimo 24 aprile. Nell’archivio saranno consultabili le circa novemila pagine dei taccuini dell’ex direttore di Radio Radicale, molto spesso collegati attraverso link alle trasmissioni alle quali si riferiscono gli appunti o alla registrazione degli eventi dai quali traggono origine. Per la sua memoria e per la sua precisione nel ricostruire fatti e fattacci della storia d’Italia, Massimo Bordin era considerato da colleghi e ascoltatori (e noi tra questi) quasi un “archivio vivente”. Grazie alla sua radio in qualche modo continuerà a esserlo. https://www.radioradicale.it/archivio/archivio-bordin. Il comitato esecutivo della Conferenza sul futuro dell’Europa ha approvato la piattaforma digitale che consentirà ai cittadini di tutta l’UE di contribuire alla conferenza. A partire dallo scorso 19 aprile i cittadini hanno la possibilità di esprimersi: https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/en/STATEMENT_21_1624. L’AMBC vi chiede di aderire all’appello per una moratoria temporanea dei brevetti sui vaccini e sui farmaci anti COVID-19:  www.noprofitonpandemic.eu/it. L’AMBC si  associa a La Società della Cura nell’augurarvi un Buon 25 Aprile: https://societadellacura.blogspot.com/2021/04/la-societa-della-cura-per-il-25-aprile.html e vi ricorda, infine, di visitare il portale Noi Partigiani.