Posted on

Mondragone – “La comunicazione istituzionale langue un po’ ovunque nella nostra provincia. I cittadini -piegati al ruolo di “sudditi” -fanno fatica ad informarsi su ciò che accade istituzionalmente nei propri Comuni e di solito sono “bombardati” da mera propaganda. E anche i media, ai quali va sempre il nostro plauso per le difficili condizioni nelle quali sono costretti ad operare, non sempre riescono agevolmente a fare luce sulle attività amministrative delle nostre Istituzioni.

Da qualche tempo l’AMBC cerca di segnalare anche i soldi che dal Governo (o anche dalla Regione) arrivano nei nostri Comuni per permettere ai cittadini di conoscere il loro ammontare e le loro finalità (in modo che possano chiedere conto). E non di rado alcuni amici (a volte anche Consiglieri comunali … e ciò la dice lunga sullo stato della democrazia locale) ci contattano (contattano soprattutto il nostro caro Antonio Taglialatela) -anche da altri comuni -per avere info utili. In queste settimane sono diversi i riparti di interesse dei Comuni. E, allora, con l’aiuto dell’ottima www.lentepubblica.it cerchiamo di fare una “panoramica” sui soldi governativi arrivati.

Sulla Gazzetta Ufficiale-Serie Generale-numero 161 del 7 luglio 2021 sono stati pubblicati gli avvisi relativi ai decreti del Ministro dell’Interno, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, per il ristoro a vario titolo destinato ai Comuni. I Decreti nello specifico riguardano: il riparto parziale in favore dei comuni del fondo destinato al ristoro ai comuni delle minori entrate derivanti dall’abolizione, per l’anno 2021, della prima rata dell’imposta municipale propria; il riparto in favore dei comuni del fondo destinato a ristorare i comuni a fronte delle minori entrate derivanti dalla riduzione dell’IMU e della TARI per unità immobiliari ad uso abitativo, possedute in Italia da soggetti non residenti nel territorio dello Stato, titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l’Italia; il riparto del fondo finalizzato all’adozione da parte dei comuni di misure urgenti di solidarietà alimentare e di sostegno alle famiglie che versano in stato di bisogno per il pagamento dei canoni di locazione e delle utenze domestiche (ricordiamo che viene replicato l’iter semplificato dell’ordinanza 658/2020 della Protezione civile e, quindi, si può agire rapidamente) e, infine, il riparto del fondo finalizzato alla concessione da parte dei comuni di una riduzione della TARI, o della TARI corrispettivo, ad alcune categorie economiche interessate dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni nell’esercizio delle rispettive attività in relazione al perdurare dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. In allegato il testo di tutti i documenti: circ-dait-040-finloc-08-07-2021; DAIT-decreto-fl-24-06-2021_Riduzione TARI; DAIT-decreto-fl-24-06-2021-2_solidarietà alimentare; DAIT-decreto-fl-24-06-2021-3_ristoro minori entrate;  DAIT-decreto-fl-24-06-2021-4_ristori minori entrate;  decreto-fl-24-06-2021-3-all-a; decreto-fl-24-06-2021-3-all-b;  decreto-fl-24-06-2021-4-all-a;  decreto-fl-24-06-2021-4-all-b;  decreto-fl-24-06-2021-all-a.  Concludiamo con un pensiero ai gravissimi fatti accaduti vent’anni fa durante il G8 di Genova del 2001 entrati nella memoria collettiva per l’uccisione di Carlo Giuliani e per le efferate violenze contro i manifestanti. Per celebrare la memoria di Genova bisognerebbe avere il coraggio di ammettere che quei gruppi antiglobalizzazione scesi in piazza con lo slogan “un altro mondo è possibile” e che subirono la più atroce delle repressioni avevano ragione. Tra le tante analisi (ricordi e racconti) che si accavallano in questi giorni del ventennale, vi segnaliamo un ottimo articolo del nostro carissimo amico Maurizio Fiasco: https://www.avvenire.it/opinioni/pagine/difendere-lordine-custodire-il-miracolo-della-democrazia. Buona lettura!”.