Posted on

Mondragone – In una nota inviata alla nostra redazione, l’AMBC ha dichiarato: “L’AMBC sta insistendo sulla necessità di vedere all’opera il Sindaco, la Giunta e il Consiglio comunale. <E’ nella tempesta che conosciamo il navigatore>. E nella tempesta il navigatore non può abbandonare il timone per ripararsi sottocoperta né lasciarlo ad altri con il rischio di perdere la rotta né abbandonare la nave.

La città deve avere punti di riferimento, certezze e rassicurazioni, soprattutto sulla situazione sanitaria, che molti ritengono sia fuori controllo nel nostro territorio, e contare su interventi di cura e sostegno, a vantaggio soprattutto dei più fragili. E’ l’ANCI a censire le iniziative, a dimostrazione che si può fare tanto. I Servizi Sociali del Comune di Pozzuoli, in collaborazione con la CRI, forniscono pasti caldi, indumenti ed assistenza alle persone senza fissa dimora. Si rivolge, invece, alle persone anziane, disabili e fragili che in questo periodo di emergenza non hanno una rete familiare e spesso si trovano in solitudine, il servizio di consegna pasti a domicilio che è stato attivato da moltissimi Comuni meridionali.

Ultima in ordine di tempo l’iniziativa del Comune di Pantelleria che ha invitato gli esercizi commerciali dell’isola ad organizzarsi per un servizio di consegna a domicilio che consentisse di contenere il contagio e limitare il più possibile gli spostamenti dei cittadini.  A Cagliari il servizio è stato promosso dall’assessorato alle politiche sociali del Comune, in collaborazione con l’Associazione Mondo X. Analoga iniziativa dal Comune di Latronico  che ha attivato un servizio di consegna gratuita di medicinali e beni di prima necessità in via del tutto gratuita, che viene erogato grazie alla collaborazione volontaria e gratuita dell’ANPAS.

Il Comune di Corigliano- Rossano, oltre a garantire la consegna a domicilio di pasti e medicine, ha attivato anche un servizio di supporto psicologico online dando vita al cosiddetto Spazio della Solidarietà. Proprio l’assistenza psicologica online è uno dei servizi su cui si sono maggiormente concentrati i Comuni nell’offrire supporto sociale ai cittadini. Da segnalare l’iniziativa del Comune di Palermo che ha avviato un servizio di sostegno psicologico telefonico gratuito dedicato alle neo-mamme e donne in gravidanza che è attivo sul sito Portale Scuola del Comune di Palermo dedicato al sostegno genitoriale. Il Comune dell’Aquila ha avviato, invece, una linea telefonica di supporto psicologico, grazie all’intesa con il dipartimento di Salute mentale dell’Asl 1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila. Per poter comunicare difficoltà psicologiche, le persone possono contattare un operatore del dipartimento, contattando un numero telefonico (anche sms e WhatsApp) cui risponderà il Centro di Salute Mentale.

Il Comune di Bari ha, invece, lanciato la proposta di una banca del tempo online con una rete di volontari che vogliano mettere a disposizione le proprie conoscenze impegnandosi per alcune ore a settimana a insegnare qualcosa alla cittadinanza in diretta Facebook. L’idea è dell’assessore allo Sport, Pietro Petruzzelli, che la scorsa settimana ha lanciato l’idea di una comunità in rete dove alcuni mettono a disposizione il loro saper fare. Il Comune di Oristano ha attivato il prestito gratuito dei libri e degli audiovisivi, con consegna a domicilio, della Biblioteca comunale. Per richiedere il prestito basta contattare la Biblioteca via telefono o mail, dopo aver consultato il catalogo dei titoli.

La consegna avviene a domicilio dai messi comunali (noi, invece, l’inutile Mediateca l’abbiamo chiusa). Se lo fanno gli altri lo puoi e lo devi fare anche tu, caro Pacifico. Senza delegare! Da questa crisi usciremo, ma il dopo non sarà <una passeggiata>. La pesante crisi economica dovrà essere affrontata a livello europeo, nazionale e regionale, ma anche dal nostro Comune. Un Consiglio comunale che sarà chiamato ad approvare il bilancio può fare la scelta di un <bilancio Covid-2019>, tutto piegato a sostenere l’economia cittadina e le famiglie, con un occhio particolare alle povertà. L’AMBC ha coinvolto alcuni amici che stanno lavorando (via skype) per fare proposte concrete.

L’Assessore Federico ci informa che dal 1 Aprile sarà finalmente la nuova società a gestire il servizio rifiuti, esprimendo grande ottimismo sulla qualità che verrà. L’AMBC resta alquanto scettica, ma l’auspicato miglioramento del servizio <lo scopriremo soltanto vivendo>. A Federico va comunque il nostro plauso: c’è vita nella Giunta, c’è qualcuno che lavora, nonostante l’emergenza sanitaria”: