Posted on

Mondragone – “Godiamoci” queste temperature di 40° e questa torrida stagione estiva 2021 caratterizzata dal caos e dai rumori ad ogni ora del giorno e della notte, dalla sporcizia in ogni angolo della città, dal traffico permanente, dalla scarsità d’acqua potabile (grazie al Consorzio idrico) e dalla totale assenza di cultura ed eventi.

Trascorriamo “senza pensier” questi ultimi giorni di vacanze (per chi ha avuto la possibilità di farle), tanto i problemi li ritroveremo tutti (e aggravati) all’inizio di settembre. A partire dai tanti problemi che la scuola dovrà affrontare con l’avvio del nuovo anno scolastico 2021-2022:https://www.miur.gov.it/web/guest/-/scuola-dal-consiglio-dei-ministri-via-libera-alle-misure-per-la-riapertura-in-presenza-ok-da-regioni-e-enti-locali-al-piano-operativo-per-le-scuole-bi. Ma secondo voi l’Amministrazione Pacifico sta lavorando fianco a fianco con le istituzioni scolastiche cittadine per far partire il nuovo anno scolastico in presenza e senza problemi o sta già abbozzando l’ennesima ordinanza per tenere tutti a casa? L’Istituto Superiore di Sanità, con il rapporto n. 12/2021, dà alcune soluzioni: rilevatori di anidride carbonica, areazione, microfoni per gli insegnanti, screening periodici su studenti e personale scolastico con priorità a chi non è ancora stato vaccinato (in aggiunta verranno mantenute mascherine e distanziamento).

Ovviamente importante resta la campagna di vaccinazione. Con la variante Delta, il 60% più trasmissibile rispetto a quella Alfa, bastano meno particelle per il contagio. Per questo nelle scuole viene suggerito agli insegnanti, che devono tenere un tono di voce alto per spiegare, di utilizzare microfoni così da poter abbassare la voce ed emettere meno aerosol. Sull’aspetto della ventilazione, invece, i dubbi rimangono soprattutto alla luce del fatto, come rileva il Corriere della Sera, che poche scuole sono dotate di impianti di ventilazione meccanica che possono ridurre il rischio in aula con un adeguato ricambio d’aria. Un grosso aiuto può arrivare dai rilevatori di anidride carbonica che monitorano costantemente la qualità dell’aria (misurata in ppm, parti per milioni). I sensori di anidride carbonica funzionano come i semafori: luce verde, gialla e rossa in base alla concentrazione di CO2 nell’aria con valori tarati ad hoc per ogni ambiente. In questo modo l’insegnante può intervenire spalancando le finestre quando scatta il rosso fino al ritorno a valori accettabili.

Le altre opzioni a disposizione sono i purificatori d’aria filtri HEPA (High Efficienty Particulate Air filter) che sostituiscono l’areazione naturale e gli screening periodici sugli studenti e sul personale scolastico come suggerito anche dalle autorità europee (oltre ovviamente al superamento delle “classi pollaio” e alle iniziative in grado di portare la scuola all’aperto, nella Comunità). L’AMBC ne approfitta per segnalare alla neo Assessora Maria Viola l’Avviso in scadenza il 13 agosto per finanziamenti specifici, destinati agli Enti locali, per lavori di edilizia leggera e affitto di spazi in vista della ripresa delle lezioni per l’anno scolastico 2021/2022: https://www.istruzione.it/edilizia_scolastica/fin-fondi-ed_sc_avvio_as_21_22.shtml e per lanciarle un appello affinché si adoperi per riorganizzare la mobilità urbana in modo da permettere alle bambine e ai bambini (ma anche a tutti gli altri studenti) di andare a scuola a piedi. Allargando così a tutte le scuole la pregevole iniziativa del Piedibus dell’ex Assessora Concetta Lavino. L’AMBC non “chiude” per ferie (i nodi del fallimento del bilancio comunale stanno finalmente venendo al pettine e ne vedremo “delle belle”): nei prossimi giorni ci occuperemo dei gravissimi errori (?) commessi dai responsabili del bilancio comunale (anche in vista del prossimo Consiglio comunale) e diremo “la nostra” sull’ aumento del costo del servizio rifiuti. A venerdì prossimo, anche per farci gli auguri”.