Contrasto TV

                       
   

Mondragone, AMBC: “Pacifico avrebbe fatto meglio a tacere”

Mondragone – L’AMBC dichiara: “Lunedì 15 ottobre, intervenendo sulla prostituzione minorile (e non) a Mondragone, arrivata- per fortuna- alla ribalta di RAI 1 ed anche di La 7, avevamo ancora una volta sottolineato l’afonia di VirgilioPacifico, rammaricandoci di una comunità che con questo sindaco e questa amministrazione è ormai senza voce e senza guida.

Ma, come si suol dire, al peggio non vi è mai fine. Nella trasmissione di stamani- 16 ottobre- di RAI 1, Storie Italiane, altri servizi ed altre testimonianze  sul fenomeno della prostituzione sul lungomare di Mondragone. E, purtroppo, anche l’intervento in diretta del sindaco Pacifico. Scriviamo <purtroppo>, perché è stato un intervento scialbo, scontato, non degno della situazione e del contesto, privo di analisi e, soprattutto, di prospettiva.Un intervento tutto piegato sullasicurezza (che, ovviamente, va rafforzata), ma senza alcun riferimento alle responsabilità amministrative, al welfare municipale che manca, all’assenza di prevenzione e di qualsiasi progetto municipale di contrasto alla povertà educativa, alla dispersione scolastica e alla marginalità giovanile, alla carenza di qualsiasi ipotesi di coordinamento con le scuole, le famiglie e l’associazionismo per contrastare quella che è una vera e propria emergenza infanzia, adolescenza e gioventù nella nostra città e, per molti aspetti, in tutto l’ambito. L’AMBC aveva posto la questione di decine di ragazzi che in orario scolastico oziavano pericolosamente per la città alcuni mesi addietrohttp://www.81034.it/ma-e-sicurezza-o-soltanto-propaganda/.

Ma di Zannini e Pacifico nessuna traccia. L’AMBC ha ripetutamente affrontato, nel silenzio di tutti e con dati alla mano, la questione urgente dei NEET a Mondragone, del welfare municipale da ripensare.di una nuova sicurezza da progettare, del lavoro che manca e della povertà che avanza. Ma Pacifico, Zanninied i loro erano in tutt’altre faccende affaccendate. Una città che non investe neppure un euro per l’infanzia e l’adolescenza e che non ha alcun progetto per loro è una città senza futuro. Il grigiore di questo sindaco, certificato anche oggi, conferma inostri timori e ci fa dire: come potrà la città sopportarli ancora per 4 anni? Peggio di Pacificonellatrasmissione di Eleonora Daniele ha fatto solo il parroco di San Rufino. E, come direbbe il mitico Totò, abbiamo detto tutto!”

Articoli correlati