Posted on

Napoli – “Piena e convinta la nostra solidarietà al lavoratore rider e soprattutto ne facciamo triste occasione per rafforzare l’impegno sul tema di questo Assessorato, di questa Amministrazione. 

Da tempo siamo in prima linea contro la precarietà del lavoro, su cosa significhi l’assenza di diritti, sulle insidie nascoste nelle nuove forme di lavoro. Siamo, inoltre, presenti in un gruppo di ricerca con l’Università Federico II, l’Università di Bari, Motorizzazione civile, per un progetto di sensibilizzazione e formazione sul concetto di strada come luogo di lavoro. Sicurezza e certezza dei diritti fondamentali sono infatti alla base di un ordinario contesto lavorativo. 

Ancora una volta chiediamo con forza alle piattaforme di stare con noi, dalla parte giusta, e di condividere e siglare i principi della Carta cittadina per i Diritti dei Rider, siglata l’anno scorso con le organizzazioni sindacali, rafforzandola con impegni precisi”.