Posted on

Napoli – “Varcare il tunnel che porta all’ingresso sul campo dello stadio Maradona di Napoli con i cimeli del grande Diego che ho ereditato da papà Salvatore, è stata un’emozione che mai dimenticherò nella vita”. A parlare è Antonio Luise, il più grande collezionista al mondo dei cimeli di Diego Armando Maradona, scomparso il 25 novembre del 2020, in Dique Lujan (Argentina), per un infarto. Il castellano ha preso parte, insieme al fratello del Dio del Calcio, Hugo, alla “Partita del Cuore – Una notte per Diego”, tenutasi nella serata del 24 maggio 2021 presso lo stadio “Maradona” in Napoli ed andato in onda su Rai Due nella serata del 2 giugno. I due sono stati intervistati in diretta  Rai e, durante la commemorazione del campione sudamericano, sono stati posti alla ribalta diversi cimeli: l’occasione giusta, per personaggi famosi e sportivi, per scattare una foto ricordo. 

A scendere in campo è stata la Nazionale Attori che ha affrontato i campioni del calcio. La kermesse, organizzata da Olivio Lozzi e Giuseppe Angioletti ed il cui incasso è stato devoluto a “Save the Children”, è stata avvalorata dalla conduzione di Fabrizio Rocca e dalla presenze delle bellissime madrine Manuela Arcuri e Anna Falchi. A bordo campo Veronica Maya e Sofia Bruscoli. Emanuele Calaiò, Gigi Di Biagio, Totò Di Natale,  Fabio Quagliarella, Federico Balzaretti, Gennaro Iezzo, Andrea Sannino, Giovanni Allevi, Gigi e Ross, Biagio Izzo, Francesco Paolantoni sono solo alcuni dei nomi che hanno illuminato l’evento in un mix di tecnica e risate unico nel suo genere. 

“Quando ho messo piede sul terreno di gioco con la collezione, mi è sembrato di veder scorrere, davanti ai miei occhi, quelle giornate condivise con papà allo stadio per non perderci nemmeno una magia del grande Diegoafferma l’immobiliarista Antonio Luise. Oggi, porto avanti quei ricordi ed è stato davvero emozionante ricevere i complimenti dalle persone importanti presenti. Pensate che la maglia che Maradona indossò quando aveva 8 anni nella sua terra natia, oggi è stata quotata 10 milioni di euro da una casa d’asta importante di Londra. Ma la collezione non è in vendita, anzi a breve partirà un progetto, strutturato con Hugo Maradona, che ci porterà a girare il mondo nei prossimi 10 anni. Mostreremo all’intero globo i cimeli del Pibe de Oro, partendo dal Qatar, in occasione dei mondiali di calcio del 2022”.