Posted on

Napoli – Approvato con delibera di Giunta comunale, su proposta dell’Assessore al Verde Luigi Felaco, il progetto di sostituzione e implementazione delle alberature che interesserà  viale Kennedy, via Diocleziano, via Giulio Cesare, piazza San Vitale, piazza Italia, via Consalvo nell’ambito del primo lotto di interventi. Il programma segue il piano operativo predisposto dal Servizio Verde della Città del Comune di Napoli e partirà dalla Municipalità 10 per poi estendersi progressivamente a tutte le altre.

Il progetto prevede essenzialmente il ripristino di alcune alberature cittadine ubicate su strada o aiuola, da realizzarsi attraverso la messa a dimora di nuovi soggetti arborei in sostituzione di alberi disseccati, irrimediabilmente compromessi sotto il profilo statico o vegetativo. Il criterio base nelle scelte progettuali è l’utilizzo di piante appartenenti alle stesse specie botaniche già presenti in situ, salvo presenza di eventuali fattori che impediscano o rendano poco opportuna tale tipo di soluzione.

“Un importante provvedimento – dichiara l’assessore al verde Luigi Felaco –  che si ascrive nel più ampio progetto di lavori di sostituzione e impianto ex novo di alberature sul territorio cittadino, per un valore di oltre 5 milioni di euro destinati alla tutela, al miglioramento e all’ampliamento del patrimonio arboreo della città, grazie ai fondi erogati nell’ambito della Convenzione tra la Città Metropolitana di Napoli e il Comune di Napoli.

Il Servizio Verde della Città ha stimato in 36 mesi la durata dell’accordo quadro, compresa la manutenzione per 24 mesi delle piante messe a dimora, incluso il monitoraggio dei nuovi impianti, che vedranno sia la piantumazione aggiuntiva che sostitutiva, lungo le principali strade cittadine e lungo alcune strade cittadine prive di alberature, nonché nei parchi e in altre aree a verde.

Una scelta che rispecchia la costante attenzione rivolta dall’Amministrazione de Magistris al verde cittadino, patrimonio naturale e presidio imprescindibile per una migliore qualità della vita”.