Contrasto TV

                       
   

Napoli, controlli a Fuorigrotta, Vomero e Bagnoli

Napoli – Gli agenti della U.O. Fuorigrotta della Polizia Locale sono intervenuti per contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale nelle vicinanze dei mercati rionali e durante i controlli presso il mercato “Canzanella” sono stati verbalizzate quattro persone che esercitavano il commercio su aree pubbliche in forma itinerante prive delle autorizzazioni. Le merci sequestrate, circa 270 kg di frutta e verdure, sono state donate allo Zoo di Napoli.

Sono stati altresì verbalizzati due parcheggiatori abusivi a cui è stato intimato obbligo di allontanamento. Nella notte di  domenica i controlli si sono spostati nella zona di via Caio Duilio e via Lepanto, dove congiuntamente all’ASL servizio prevenzione e sicurezza sono stati eseguiti rilievi fonometrici e verificate le emissioni di fumi di alcuni esercizi dediti alla preparazione di cibi per asporto. In particolare è emerso che uno di questi esercizi non aveva aggiornato le autorizzazioni pertanto è stato sanzionato per 3000euro. I controlli sono proseguiti anche a Bagnoli dove si è trovato un locale che aveva ampliato la superficie  di somministrazione senza aver presentato la SCIA per cui è stato sanzionato per euro 5000. Altri controlli sul territorio da parte della Polizia Municipale U.O. Vomero  guidata dal Capitano Gaetano Frattini, finalizzati al rispetto del  nuovo regolamento sale giochi in cui vengono  equiparati i corner ai centri si raccolta scommesse: Nello specifico coloro che  hanno altra attività principale, ad es. Tabacchi, Bar, Cartolerie etc…ed al loro interno hanno anche un punto di accettazione scommesse quest’ultimo deve rispettare l’orario di spegnimento dei  ricevitori dalle 12 alle 18.Durante l’attività di controllo  sono state sanzionate 6 attività; un bar in via Freud, un Tabacchi in via G. Palermo ed un altro in via

Fontana, tre internet Point rispettivamente in via Caldieri,  Via  Porpora e via Freud. Per tutti é stata elevata la sanzione per il  mancato rispetto dello spegnimento dei ricevitori di scommesse durante  l’orario vietato dalle 12 alle 18

Articoli correlati