Posted on

Napoli – A seguito della richiesta di incontro presentata dai sindacati confederali Cgil Cisl Uil, rinnovata all’indomani dell’approvazione in Giunta del Bilancio di Previsione 2020, si è tenuta oggi una riunione tra il Vicesindaco Enrico Panini, l’Assessore al Lavoro Monica Buonanno ed i confederali Giuseppe Metitiero, Luca Barilà e Osvaldo Nastasi sul tema della conclusione del percorso di stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili assegnati al Comune di Napoli.

Il Vicesindaco e l’Assessore al Lavoro, nel corso dell’incontro, hanno ribadito convintamente la prosecuzione dell’attività di stabilizzazione dei lavoratori, avviata nel 2019 con le prime 200 assunzioni, fino all’esaurimento dell’intero bacino che avverrà entro il 2021, a conferma di quanto stabilito nel Piano Triennale del Fabbisogno approvato dall’Amministrazione lo scorso anno.

Per tale scopo sarà adottato un unico atto deliberativo che, in ragione delle risorse di bilancio disponibili, si articolerà in due momenti separati: una prima stabilizzazione di 114 profili delle categorie A e B avverrà entro Dicembre 2020, mentre i restanti 175, comprensivi dei profili inquadrabili nella categoria C, nel 2021.

Il raggiungimento di tali obiettivi, come per la precedente tornata di stabilizzazione, vedranno impegnata in prima persona l’Amministrazione insieme con la Commissione Ministeriale Finanza Enti Locali e la Commissione Comunale al Lavoro.

Il sindacato confederale ha preso atto positivamente del percorso prospettato durante l’incontro, sottolineando l’importanza di addivenire al completamento dello stesso nei tempi più brevi possibili, in modo da dare certezze ai lavoratori coinvolti, e dei tavoli tecnici che accompagnano il suddetto percorso che porterà alla stabilizzazione dell’intero bacino Lsu, così come previsto nei precedenti accordi relativi alla stabilizzazione per il triennio 2019/2021.