Posted on

Napoli – Sarà inaugurata venerdì 3 luglio alle ore 16.00, alla pressenza dell’assessore alla Cultura e al Turismo Eleonora de Majo e dell’assessore all’Urbanistica Carmine Piscopo,  presso le Sale della Corte di Castel Nuovo – Maschio Angioino, un’importante mostra di antiche carte geografiche, mappe e vedute di Napoli del XV e XVI secolo, tutte messe a disposizione da collezioni private.
In esposizione, fino al 19 luglio, 40 carte geografiche di particolare rarità, che rappresentano le più significative raffigurazioni del Regno di Napoli e della sua capitale mai realizzate.

La prima, piccolissima pianta di Napoli contenuta nella carta del Salamanca del 1540, nella quale la città, pur nelle sue ridottissime dimensioni, è rappresentata con ogni dovizia di particolari. Ci saranno le due diverse fantasiose raffigurazioni della città di Napoli dello Schedel (1493) e quella dello Schonsperger (1496), la veduta di Napoli dal Ponte della Maddalena del Gueroult che è la prima rappresentazione della città ripresa dal vivo (1553) da cui saranno tratte quasi tutte le successive.
In esposizione si potrà ammirare anche una selezione di 4 carte dell’ITALIA  tra le quali segnaliamo la carta del Rosselli – conosciuta in tre esemplari – (1492) e la grande  carta del Gastaldi (1561) per evidenziare le origini delle carte a stampa del Regno di Napoli. 
Per le carte del Regno di Napoli si segnalano le prime immagini a stampa del Regno e cioè le piccole rappresentazioni del Münster  (1550) e del Gueroult (1553), le grandi carte dello Ziletti (1557), di Pirro Ligorio (1558), del Gastaldi (1560) e del Cagno (1582) – unico esemplare integro colorato d’epoca.

Quest’esposizione darà modo di cogliere l’evoluzione di una delle città più ricche di storia e di arte al mondo. In una cornice spettacolare per la prima volta viene esposta al pubblico quest’eccezionale collezione, la più completa mai realizzata.
Questa mostra evento è promossa ed organizzata dal Comune di Napoli in collaborazione con l’Associazione Culturale Roberto Almagià (associazione italiana collezionisti di Cartografia Antica), ed ha il patrocinio dell’ICE –  Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, Comune di Diamante, Accademia del Peperoncino, Associazione Culturale Civitellarte.
 
Gli ingressi saranno contingentati (per l’emergenza Covid) e sarà pertanto necessaria la prenotazione on line, compilando il form al seguente link http://castelnuovo.comune.napoli.it/
    
Gli orari di apertura di Castel Nuovo sono: 8.30 – 18.30
L’ultimo  accesso consentito è alle 17.00