Contrasto TV

                       
   

Napoli, lunedì a Soccavo inizia il ‘Porta a Porta’

Napoli – Nell’ ambito del Piano di Raccolta Differenziata 2019-2020 della città di Napoli, l’ampliamento del servizio “Porta a Porta” interesserà il quartiere di Soccavo, in particolare la  Zona Fiumi.

Il PaP inizierà il 25 Marzo, e coinvolgerà 6.400 cittadini suddivisi in 2400 famiglie e 60 utenze commerciali tra ristoranti, ortofrutta e fiorai.  E’ prevista la raccolta a domicilio delle tre principali frazioni, Non Riciclabile (contenitore grigio), Umido (contenitore marrone) e Carta (contenitore bianco). Per le altre frazioni, Plastica e Metalli e Vetro, verranno notevolmente potenziate le attrezzature a campana poste su strada.  Il nuovo calendario ha inizio la sera di lunedì, per le utenze domestiche con l’esposizione del Non Riciclabile (contenitore grigio) dalle ore 20:00 alle ore 22:00, per le utente commerciali, ristoranti, ortofrutta e fiorai con l’esposizione dell’Umido (contenitore marrone) dalle ore 08:00 alle ore 09:00 e del Non Riciclabile (contenitore grigio) dalle ore 20:00 alle ore 22:00. I calendari con tutte le informazioni riguardo i giorni, gli orari e le modalità di esposizione sono consultabili tramite l’App “DifferenziaPureTu!” o sul sito di  ASIA.

“Circa 8.000.000 di euro investiti per l’acquisto di contenitori e automezzi, grazie ai quali il sistema Porta a Porta ha raggiunto 500.000 abitanti, raggiungendo a Dicembre 2018 il 36%  di raccolta differenziata”- dichiara l’ Assessore all’Ambiente Raffaele del Giudice – “la raccolta differenziata è operativa sull’intero territorio cittadino, in parte di prossimità, attraverso le campane o contenitori stradali, ed in parte domiciliare con sistemi di Porta a Porta  a secondo delle caratteristiche dei diversi quartieri e del tipo di utenza. L’obiettivo è una gestione dei rifiuti che massimizzi le frazioni indirizzabili al riciclaggio e  garantisca massima igiene e vivibilità ai cittadini, che devono continuare a  collaborare separando correttamente i rifiuti.”

Articoli correlati