Posted on

Napoli – Nino D’Angelo diventa oggetto di studio nell’università, il cantante partenopeo arriva nelle aule con la sua musica e la sua poesie.

In un’intervista rilasciata dichiara: “Io sono  la vittoria del popolo, io sono frutto di quelli che non contano, di quelli che non hanno voce; non ho la stessa padronanza di linguaggio dei miei colleghi perché non ho studiato, ma la scuola deve essere un diritto di tutti non esistono persone di serie e A e serie B.

Con la  morte di Pino Daniele sono cambiate tante cose , Napoli si è impoverita di artisti. ” Poi risponde ai neomelodici e alla polemica di questi giorni: “La parola neomeldico non mi appartiene, quando è uscita la musica neomelodica  io ero già un vecchio melodico, quindi solo per una questione di età musicale non posso essere definito tale.

Io vorrei ripristinare la parola signori e signori ecco a voi il cantante napoletano, per me non esiste la polemica queste ragazze posso essere delle mie figlie.”Ha chiuso la sua intervista così: “La mia professoressa mi diceva  tu sei un poeta che non sa parlare ma che  arrivi al cuore anche quando ti esprimi male, dobbiamo recuperare le “U” unità e uguaglianza”