Posted on

Primo Piano – Fine pena per boss mafioso Giovanni Bruscafedelissimo del capo dei capi di Cosa nostra Totò Riina, importante il suo ruolo nella strage di Capaci e nell’uccisione del piccolo Giuseppe Di Matteo.

Umanamente non si potrà mai perdonare. Per me il dolore della morte di mio fratello non si rimarginerà mai, per mia madre la sofferenza è ancora più grande.

Ma abbiamo fiducia nella magistratura che ci è stata sempre vicina. Se non crediamo nella magistratura non crediamo più nello Stato. Brusca ha ucciso mio fratello ma espiato la pena nel rispetto della legge”. Lo dice all’ANSA Nicola Di Matteo, fratello del piccolo Giuseppe, il bimbo rapito il 23 novembre 1993.