Posted on

Cesa – Torna l’appuntamento con le Giornate Fai d’autunno, giunto ormai alla decima edizione, anche quest’anno impreziosita da patrocini importanti come quelli della Commissione Europea e del Ministero italiano della Cultura. In tutta Italia saranno aperti centinaia di beni culturali e sono previsti anche itinerari nei borghi, percorsi naturalistici e visite a luoghi ‘verdi’; tra questi anche le Alberate d’Asprinio e le Grotte di Cesa.

 La Pro Loco di Cesa con l’Istituto Comprensivo e con il patrocinio del Comune di Cesa, collaborerà con la delegazione Fai di Aversa per un suggestivo percorso di visita alla scoperta del suddetto patrimonio naturalistico.

Sabato 16 ottobre, dalle ore 10 alle ore 13, con punto di ritrovo in piazza De Michele da cui avrà inizio una passeggiata che accompagnerà i visitatori tra gli enormi e secolari vigneti da cui si produce l’uva aspirina. Si potranno ammirare come le viti si maritano ai pioppi e si potrà conoscere il metodo l’antichissimo metodo di coltivazione definito “Vendemmia Eroica” che è già patrimonio culturale immateriale della Campania. Dopo aver ammirato con il naso all’insù l’altezza delle alberate il percorso di visita proseguirà alla volta delle Grotte tufacee, quindi, ci si calerà nel sottosuolo dove ad attendere gli avventori ci sarà un’atmosfera incantevole che li proietterà direttamente nel secondo cerchio dell’Infermo dantesco dove sono puniti i lussuriosi. A rendere omaggio al sommo Poeta, infatti, saranno gli alunni della scuola secondaria di primo grado che declameranno il Quinto canto dell’opera dell’Alighieri.