Posted on

Primo Piano – Carceri in stato di guerra  in Puglia Mancano uomini  mezzi e risorse  tra i silenzi di politica e amministrazione  Polizia Penitenziaria sempre più in emergenza , mentre a Lucera  ancora un aggressione alla Polizia Penitenziaria.

L’OSAPP torna ancora una volta a lanciare  l’allarme carcere in Puglia :

Mancano uomini mezzi e risorse per mettere in sicurezza le strutture  gli utenti e operatori tutti , le scelte scellerate di una politica totalmente fallimentare in termini di organici , il palleggiare degli vari ministri non ha giovato agli uomini e donne della Polizia Penitenziaria , l’attuale governo e il ministro Bonafede lontano dal risolvere l’emergenza carceri , di ieri  la  notizia di una ulteriore aggressione nel penitenziario Lucerino .

“A darne la Notizia e l’O.S.A.P.P per voce del Segretario Generale Aggiunto Pasquale MONTESANO “ , nella mattinata di sabato  verso le ore 9,30 circa all’uscita per recarsi al passeggio detenuto  di origini Marocchine , in carcere per pedofilia , dopo l’invito del poliziotto preposto al reparto di indossare la mascherina , si e scagliato s contro il collega con pugni e schiaffi,spingendolo  sul ballatoio della sezione superando la ringhiera, l’immediato intervento di altri colleghi  del 1 e 3 piano hanno evitato maggiori drammatiche conseguenze .

 “Prosegue  Montesano “ Continuano gli eventi critici in Puglia nei confronti  dei poliziotti penitenziari , Il personale e stremato , il sovraffollamento sempre in aumento gli eventi critici aumentano vertiginosamente e la Polizia Penitenziaria subisce smisuratamente gli atti di violenza , situazione fuori controllo e non e il solo problema , il sacrificio degli uomini e donne della Polizia Penitenziaria deve essere propedeutico per chi ha responsabilità  di garantire sicurezza sul lavoro . 

Aggressioni ferimenti eventi critici , potrebbero essere conseguenze gravissime  delle scelte  scellerate dei governi precedenti e di quello attuale con i ministri della Giustizia e capi del D.A.P ormai non più in grado di sollevare dal baratro il pianeta “CARCERE” e restituire dignità e decoro lavorativo agli uomini e donne della Polizia Penitenziaria in Puglia come sul territorio nazionale .

Gli ultimi episodi di criticità siano da monito per chi ha responsabilità  , le gravissime condizioni per la Polizia Penitenziaria della regione Puglia come su tutto il territorio Nazionale  impongono  nell’immediatezza  risolutivi e non più differibili azioni rigide del Governo politica e amministratori .

“conclude Montesano” da tempo l’O.S.A.P.P. continua a denunciare lo stato di malessere  cui vivono uomini e donne della Polizia Penitenziaria della regione Puglia nella totale sordità del mondo politico  del ministro e chi ha responsabilità  dell’amministrazione Penitenziaria , Il nostro plauso continua ad andare agli uomini e donne della Polizia Penitenziaria che nonostante le notevoli difficoltà continuano a garantire  l’ordine sicurezza   e tutte le attività e annesse al momento anche per gli effetti del “COVID-19” nell’ambito delle strutture territoriali  .