Posted on

Quarto – “Abbiamo protocollato un’ interrogazione al sindaco di Quarto  con la quale chiediamo perché il centro vaccinale, dopo aver vissuto momenti in cui mostrava una buona organizzazione, oggi si trova in pieno affanno.

Nonostante il lavoro encomiabile dei volontari della Protezione Civile di Quarto, che continuano a gestire il flusso, senza mai fermarsi, assistiamo quotidianamente a lunghe code, anziani in fila, all’impiedi e alle intemperie, per tante ore con conseguenti assembramenti all’ esterno del centro. Tutto questo è assurdo, soprattutto in un periodo di piena emergenza come questo.

A proposito di ciò, abbiamo anche inviato una PEC alla Regione Campania, alla Protezione Civile regionale e agli altri organi competenti, nella quale chiediamo di installare, nei pressi dell’Hub vaccinale, tendostrutture confortevoli, dotate di  posti a sedere e spazi adeguati per il rispetto delle norme sul distanziamento.

In questi giorni abbiamo appreso che, oltre alle migliaia di residenti dei comuni flegrei,  dopo che l’Hub della vicina città di Villaricca ha fermato le attività, anche i cittadini di Marano, Qualiano e altri comuni limitrofi saranno smistati al nostro centro.

Abbiamo chiesto al sindaco quale sia la condizione politica che abbia dettato tutto questo. Quali siano gli accordi tra ASL e l’ amministrazione che a discapito della sicurezza del nostro territorio, abbia permesso tutto ciò. 

Perché ai cittadini di Quarto debbano aggiungersi migliaia di altri cittadini provenienti anche da fuori distretto.

Un comune, come il nostro, dove ci sono ancora numerosi casi di persone positive al Covid, ancora non comunicati ufficialmente dal nostro sindaco, questa situazione ovviamente non fa altro che incrementare sempre più il rischio contagi sul nostro territorio, e noi caro sindaco da lei ci auspichiamo tutela non ulteriore danneggiamento”.